acquistare hardware all’estero

Acquistare all’estero può essere molto conveniente, ma bisogna distinguere da paese e paese. Oggigiorno, in particolare, la distinzione fondamentale è tra Unione Europa da un lato e il resto del mondo dall’altro. Acquistare all’interno dell’Unione presenta, in particolare, oltre alla valuta comune i seguenti vantaggi.

a) Innanzitutto si gode di un sistema di garanzia per i consumatori e più in generale di una legislazione uniforme, dal momento che le direttive comunitarie in materia sono state implementate in ogni singolo Stato. Quindi si può fare affidamento su disposizioni probabilmente simili a quelle italiane.

b) In secondo luogo, non sono previsti dazi doganali. Nel caso di acquisti da parte di titolari di partita IVA non bisogna nemmeno versare l’IVA al momento dell’acquisto; rimane necessario compilare un modello INTRASTAT per l’importazione, cosa cui di solito provvede il commercialista.

Nel caso di acquisti, invece, extra Unione i problemi possono essere diversi: in primo luogo, ci sono dei dazi doganali da pagare, spesso non trascurabili. Inoltre, di fatto, possono esserci standard diversi anche su aspetti molto semplici quali l’alimentazione degli apparati. Infine, in caso di problemi non si può mai sapere qual’è la legislazione di riferimento.

About Tiziano Solignani

L’uomo che sussurrava ai cavilli… Cassazionista, iscritto all’ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l’altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un’ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!