misteriose chiamate a numeri satellitari

Sono titolare utenza civile Telecom fruisco connessione p c Nelle ultime 3 bollette ho rilevato nella voce “costi per consumi” telefonate a SATELLITARI INTERNAZIONALI. Telefonando al 187, fui informato che i numeri relativi ai satellitari internazionali erano “truffaldini” per cui potevo pagare la bolletta sottraendone l’importo. Così feci, inviando poi fax del pagamento al n. 800555952. Ricevevo poi, in seguito alla mia richiesta, il dettaglio delle telefonate e i numeri relativi alle telefonate satellitari risultavano essere della GLOBAL STAR e coincidevano, come orari, a connessioni internet (si chiudeva la mia connessione e si installava connessione a questi numeri, senza che io potessi accorgermi) Stessa cosa avveniva per le 2 successive bollette che venivano da me pagate detraendo l’importo delle solite abusive telefonate satellitari. La Telecom contestualmente all’ultima bolletta, mi avvisava di mora per l’intero importo. Ciò il 9/5/2007. Il 9/7/2007 l’utenza telefonica veniva parzialmente disabilitata (chiamate in uscita consentite solo ai numeri 187 ed emergenza) Da successivo colloquio l’ operatore 187 ribadiva la sussistenza morosa ma ammetteva l’esistenza di puntuali reclami e richiesta di disabilitazione verso i numeri satellitari internazionali. Lo stesso operatore mi chiedeva recapito cellulare ponendomi in attesa di comunicazioni verbali o scritte a conclusione della valutazione degli atti. Nell’attesa perdura citata disabilitazione parziale utenza. Domando se procedura è legale, se generico avviso di mora inserito in fattura successiva giustifica sospensione parziale del servizio senza specifica intimazione. Chiedo lumi su eventuali iniziative tutelative da intraprendere in questo periodo transitorio. Infine se sia prudente sporgere denuncia alle autorità di polizia giudiziaria. (Giovanni, via mail)

In questa vicenda ci sono diversi profili da valutare. Innanzitutto sarebbe bene capire il motivo tecnico, e quindi fattuale, di queste chiamate: perchè avvengono? Con ogni probabilità si tratta di un dialer o di un meccanismo simile. La prima cosa da fare quindi è verificare lo stato del computer utilizzato, per vedere se c’è un virus, o comunque un malware, che può aver installato un dialer o un meccanismo del genere. Naturalmente, prima di toccare il computer, è indispensabile fare, alla presenza di almeno un paio di testimoni, un backup completo dello stesso allo stato attuale, dal momento che in seguito potrà esserne necessario disporne per poter dimostrare la presenza del malware. Il consiglio è quello di usare un hard disk esterno, da ricopiare poi magari per ridondanza anche su un altro disco, creando una immagine con software come Acronis o simili, senza usare dischi ottici che come tali non garantiscono sufficiente affidabilità.

Un secondo aspetto da valutare è poi quello della responsabilità del call center. Purtroppo, inevitabilmente accade sempre che quello che viene sostenuto dai call center viene smentito in sede di fatturazione o comunque dalla compagnia telefonica. Nel Regno Unito, dove hanno pochissime leggi, ne hanno fatta una apposta per prevedere che quello che sostengono i vari operatori faccia testo, anche se poi sbagliato, una volta che viene comunicato al cliente. Da noi naturalmente non è così e i call center sono solo una presa in giro, utile solo per perdere tempo proprio quando si ha un problema e non si avrebbe tempo da perdere. In ogni caso, nel nostro paese, finchè non si scrive una raccomandata con tutti i crismi è come non aver fatto nulla. Quindi, il primo consiglio potrebbe essere quello di scrivere una raccomandata con a/r alla sede legale di Telecom – non usare mai i centri consumatori, centri reclami e altre baggianate del genere, scrivere sempre quantomeno anche alla sede legale – in cui contestare queste spese, chiedendo, visto che il servizio nel frattempo è stato sospeso, la sua immediata riattivazione, sotto pena, in difetto, del risarcimento del danno, allegando naturalmente tutti i pagamenti effettuati ed indicando la motivazione della loro riduzione rispetto alla somma portata in fattura.

In ogni caso, poi, quand’anche la responsabilità delle chiamate a numeri satellitari fosse di un dialer, Telecom italia non se ne può lavare le mani. Numerose sentenze hanno stabilito che il dovere di buona fede che grava su tutte le parti di un contratto impone a Telecom di avvertire il proprio cliente quando si verifica un uso anomalo della propria connessione telefonica. Sulla base di questo principio, numerosi utenti, che si erano visti recapitare bollette esagerate per l’uso dei dialer, hanno ottenuto il rimborso o l’accertamento da parte del Giudice che non doveva pagare nulla a Telecom. In questo caso, lascio ai lettori valutare la buona fede praticata da Telecom, che, prima, tramite il suo call center, dice al cliente di non pagare e, poi, dalla sede centrale, gli interrompe addirittura la linea telefonica.

Per quanto riguarda, infine, la legittimità dell’interruzione del servizio, c’è appunto da dubitarne. Innanzitutto il lettore ha fatto affidamento su quanto riferitogli da un funzionari della stessa Telecom tramite il call center, anche se questo, come abbiamo visto prima, sarà difficile da dimostrare. In ogni caso, il suo inadempimento è stato parziale e il distacco non è stato preceduto da una formale messa in mora, inviata con lettera raccomandata a/r separata dalla fattura. Direi che il distacco sia dunque illegittimo e che ci siano anche i presupposti per il risarcimento del danno.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. Franco Sarra says:

    Telecom oggi ci ha staccato la linea fax.
    Dopo ripetuti contatti con i call center i quali, non avendo risposte esaurienti, ci avrebbero fatto contattare dal Servizio Clienti Business. Fino ad oggi non abbiamo ricevuto alcun contatto ma in compenso ci hanno "Cessato la linea".
    Eppure abbiamo fatto tutto quanto ci hanno detto di fare. Abbiamo mandato fax, denuncie e pagamenti avvenuti regolarmente.
    Telefonate in orari di chiusura degli uffici, telefonate effettuate a notte fonda, telefonate verso numeri telefonici mai conosciuti ….
    Inoltre abbiamo l'ADSL e da quella possono vedere benissimo che non lavoriamo in quelle ore. Bahh adesso vedremo come andrà a finire, intanto i problemi come al solito sono nostri.
    Giao a tutti

  2. Ti conviene promuovere subito il tentativo di conciliazione o, se hai voglia veramente di piantare il chiodo, agire con un ricorso d'urgenza direttamente in Tribunale, per la qual ultima cosa non è necessario il previo tentativo di conciliazione.

Trackbacks

  1. […] Avvocato Mobile, Tariffe, Anticipazioni, Curiosità, Telecom. trackback L’avv.Mobile Tiziano Solignani risponde ad un utente…. Sono titolare utenza civile Telecom fruisco connessione p c Nelle […]

  2. […] letto questo interessante post dal blog di Tiziano Solignani riguardante delle misteriose fatturazioni di telefonate satellitari da parte di Telecom. Come […]

Di la tua!