immobili e separazione

Scrivo da Roma per una mia amica. E’ sposata, in regime di separazione dei beni, alcuni anni fa l’acquisto dell’attuale casa coniugale venne effettuato, per ragioni fiscali, dal solo marito che deposita presso un notaio una procura nella quale dichiarava che l’importo per l’acquisto della predetta casa per la metà era stato versato dalla mia amica. Ora i due si stanno per separare. La mia amica è andata dal notaio e lo stesso le ha dichiarato che quella procura ha effetto di Legge per cui può procedere nell’intestarsi metà dell’immobile; mentre il marito la vuole risarcire con la somma da lei anticipata in lire che rapportata all’attuale euro equivale ad un terzo del valore della casa. Aggiungo che i coniugi hanno una figlia di anni 16. La domanda è questa: non riuscendo ad arrivare ad un accordo la separazione non sarà consensuale, la figlia ha già espresso il suo volere di rimanere con il padre, la mia amica può vendere la sua parte di quota del detto immobile? ringrazio anticipatamente. Il vostro blog è molto interessante. Complimenti (Claudio, via posta elettronica)

In realtàl’immobile appartiene esclusivamente al marito, anche se la moglie ha contribuito all’acquisto dello stesso.

Mi sembra di capire che, allo stato, la moglie non abbia ancora la metà della casa intestata, cosa che non può fare da sola ma solo con il consenso del marito: non ci si può auto-intestare degli immobili senza il consenso del proprietario che dovrà vendere o donare quota dell’immobile al nuovo comproprietario.

Pertanto, alla stato la Tua amica non può vendere alcunchè, a meno che non sia intervenuta detta intestazione.

Nel caso in cui la Tua amica sia comproprietaria dell’immobile, potrà vendere la sua metà offrendola prima al marito, facendola preventivamente stimare da un perito, poi a persone estranee al nucleo familiare.

Tuttavia, trovo alquanto improbabile la possibilità che un estraneo possa acquistare metà casa abitata da altre persone .

About Antinisca Sammarchi

Avvocato tra Casalecchio di Reno (dove vivo) e Vignola. Convivo e abbiamo la fortuna di avere la compagnia di due splendide gatte europee, Triplette e Mimì.

Di la tua!