la garanzia prestata per il finanziamento dell’auto

Sono una ragazza di 26 anni e le scrivo per chiederle un consiglio legale per il mio ragazzo. Quando aveva appena compiuto 18 anni è partito dalla Sardegna per cercare lavoro e di conseguenza non avendo dove andare rimase ospite della cugina e del suo compagno che all’epoca aveva circa 25 anni. Il compagno della cugina chiese al mio ragazzo nel 2002 di fargli da garante per l’acquisto di una macchina che sarebbe servita per andare a lavoro ad entrambe ed evitare così di andarci in pullman. Passa un mese e il mio ragazzo deve ritornare in Sardegna con la cugina in quanto il suo compagno la tradiva con un’altra donna, quindi non potevano più stare a vivere in quella casa. Passa il tempo e il mio ragazzo perde i contatti con questa persona lo rivede solo dopo un anno circa e gli aveva assicurato che la finanziara la stava pagando e che quindi non era il caso di preoccuparsi. Questa persona sparisce completamente e non fa più avere sue notizie. Il mese scorso è venuto a casa del mio ragazzo un signore del recupero crediti chiedendogli di pagare la bellezza di 8600 euro(x il momento) per il mancato pagamento di questa macchina. Al che è entrato in crisi perchè non ha quei soldi a disposizione, ha un contratto di lavoro di un mese quindi molto precario e la sua famiglia non lo può sostenere perchè a mala pena arrivano a fine mese essendo sette persone e non tutti lavorano. Riesce a rintracciare questo ragazzo che sostiene di aver pagato la macchina e che è stata la banca a fare confusione, ma sappiamo che questo non è possibile. Inoltre sostiene che la macchina sia a nome di entrambe, ma siamo sicuri che una macchina possa essere intestata a due persone? Gli racconta bugie su bugie, e il mio ragazzo non sa cosa fare davanti a questa situazione? Deve neccessariamente pagare questo debito? Può in caso pagasse rifarsi sul primo debitore? (Giovanna, via mail)

Sicuramente, il tuo ragazzo come garante (fideiussore), se paga può rivalersi sul primo debitore, ma bisogna poi vedere se riesce a mettergli il sale sulla coda, cosa improbabile viste le abitudini di vita di questa persona, evidenziate anche dal fatto di non pagare le rate del finanziamento dell’auto. Per quanto riguarda l’intestazione della macchina, è possibilissimo che sia fatta verso due persone, ti consiglio di fare subito una visura al PRA per accertartene perchè, se così fosse, il problema addirittura si aggraverebbe e potrebbero ad esempio arrivare multe, bolli non pagati e simpatie simili. Ad ogni modo, il tuo ragazzo ha tutti i diritti di rivolgersi alla banca che si pretende creditrice nei suoi confronti e chiedere tutta la documentazione del caso e i giustificativi del credito, intanto può iniziare ad esaminare quelli. Inoltre sarebbe bene, anzichè parlare a voce, spedire subito una raccomandata con i giusti contenuti al “primo debitore”. In conclusione, a mio giudizio al tuo ragazzo serve un avvocato perchè il problema non si può, da un lato, trascurare, mentre, dall’altro, deve essere seguito con molta cura per non degenerare ulteriormente e occorre fare prima possibile tutti i passi giusti. Se il tuo ragazzo ha sempre guadagnato così poco può essere che abbia anche i presupposti per il patrocinio gratuito, in questo caso si potrebbe rivolgere ad un legale senza spendere un centesimo. Naturlamente, se hai bisogno di una valutazione dell’esistenza del diritto al beneficio, siamo a disposizione.

About Tiziano Solignani

L’uomo che sussurrava ai cavilli… Cassazionista, iscritto all’ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l’altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un’ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!