Si può pubblicare l’immagine di un personaggio famoso?

Di chi sono i diritti di pubblicazione di un ritratto non fotografico e non evidentemente riconoscibile (quadro, incisione etc.) di un personaggio famoso che non lede la sua dignità ? Giuseppe

Innanzitutto bisogna sapere una cosa: questo personaggio ritratto è riconoscibile o no? Perchè nel secondo caso il problema non si pone. Si pone invece se detto personaggio è riconoscibile. Infatti, la legge prevede che ogni persona sia titolare della prorpia immagine (che, secondo la più stretta terminologia giuridica, è da intendersi come il complesso dei tratti che la caratterizzano: le sembianze, le fattezze e l’aspetto fisico).

Lei parla di un personaggio famoso, quindi di rilevanza pubblica e, in proposito, la legge sui diritti d’autore prevede che “Il ritratto di una persona non può essere esposto, riprodotto o messo in commercio senza il consenso di questa, salve le disposizioni dell’articolo seguente”(art. 96, primo co.). Ma quali sono queste eccezioni? Leggiamo l’articolo seguente, appunto:”Non occorre il consenso della persona ritratta quando la riproduzione dell’immagine è giustificata dalla notorietà o dall’ufficio pubblico coperto, da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l’esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all’onore, alla riputazione od anche al decoro nella persona ritrattata”(art. 97).

Se un fotografo ritrae un sportivo famoso durante una gara non necessita del suo consenso. Diverso è il caso se ne pubblica un’immagine che ne lede l’onore o la reputazione.

Quanto sopra significa che se le cose stanno come dice Lei (ritratto di persona famosa, ma non lesivo della sua dignità), allora non occorre il consenso per la pubblicazione.

Si tratta di vedere se il ritrattista che ha eseguito l’opera decide di utilizzarla a fini commerciali con scopo di lucro. Titolare dello sfruttamento della propria immagine è la persona stessa che, tuttavia, può decidere di cedere tale diritto dietro compenso. Ciò non toglie, però, che colui che paga per sfruttare economicamente l’immagine altrui, ne debba rispettare il decoro, la dignità e l’onore e debba utilizzare l’immagine solo e soltanto per i fini e nel contesto che è stato fissato nel contratto (c.d. di sponsorizzazione).

Facciamo due esempi: a) Tizio d’accordo con Caio (sportivo professionista di fama internazionale) lo ritrae ed espone il ritratto a una mostra, senza il suo consenso. Essendo Caio famoso, il consenso non è necessario, sempre che il ritratto non ne offenda il decoro o la dignità.
b) Tizio ritrae Caio (famoso anch’esso) e vende a scopo di lucro le copie dei ritratti, senza il consenso di Caio. Non può farlo perchè Caio è il titolare dello sfruttamento della propria immagine.

In conclusione: ognuno è titolare della propria immagine e del suo sfruttamento, ma può liberamente decidere di monetizzarla attraverso un contratto. A questo punto si tratta di rispettare quanto scritto nel contratto di cessione dei diritti di immagine. Se, viceversa (come nel Suo caso) si riproduce l’immagine di un personaggio famoso che non ne lede la dignità in alcun modo, allora non occorre il consenso del titolare.

Comments

  1. Francesco D' Is says:

    Grazie della gentile e pronta risposta.
    Vorrei se possibile un ulteriore chiarimento. Per essere più chiaro inventerò due esempi:
    – Se un artista dipinge una lattina di fagioli, una figura di spalle ecc. ed intitola il quadro usando il nome di un personaggio famoso, è considerato un ritratto riconoscibile?
    – Un artista che diopinge il quadro di una cantante famosa nell'atto di cantare, può vendere il quadro?

  2. A mio giudizio potrebbero esserci dei seri problemi di lesione del diritto all'immagine, più che violazione del diritto d'autore.

  3. Caso 1: il nome è come l'immagine, ha un valore commerciale che può essere sfruttato solo previo accordo col titolare. E' chiaro che se si tratta di arte e il tutto non viene commercializzato, allora il discorso cambia
    Caso 2: dipingere è una forma d'arte lecita, vendere il quadro senza il consenso di chi vi è ritratto no, anche se non ci vedo nulla di male. Consiglierei, visto che, come penso, non si tratterebbe di ritratto lesivo del decoro della cantante, di chiederle il permesso.

  4. Motiongraphicsman says:

    Salve,
    mi collego a questo vecchio discorso per chiedere un consiglio su un’opera che intendo fare.

    Mi è stato chiesto di realizzare una “motion graphics” che rappresenti un periodo storico particolare. Per questo ho intenzione di prendere immagini dal web di elementi e personaggi che hanno caratterizzato tale periodo. Queste immagini saranno trattate graficamente (scontorni, modifiche di colori,…) e poi inserite in questo lavoro.

    Nulla sarà lesivo del decoro del personaggio famoso, in quanto anzi saranno protagonisti del tempo… in un certo senso c’è un carattere storico legato all’opera.

    Non posso nemmeno chiedere a tutti i personaggi il consenso, in quanto alcuni sono deceduti e altri sono inarrivabili.

    Mi chiedo se questa cosa sia lesiva del diritto di immagine, o se il fatto di farne un’opera originale e rielaborata “tipo collage” da immagini già presenti nella rete mi tuteli in qualche modo.

    Ringrazio a chi vorrà rispondere a questa richiesta di informazioni.

  5. Alessio says:

    ciao a tutti,volevo chiedere è possibile lucrare su magliette e cappellini con nomi di personaggi famosi? per es solo il nome o solo il cognome?
    per es jack fruesciante! se metto solo jack o solo frusciante con una immagine di una chitarra è lecito per poterci lucrare?
    cioè alludo alla persona ma non la identifico indistintamente? o cmq…è possibile fare business in questo senso? cioè alludere su di chi si tratta senza citarlo…per es,solo lo sguardo particolare piuttosto una posa che assume in un concerto

  6. m a gobbi says:

    Non parlo di immagine,ma solo di NOME: si può citare un nome di persona famosa,o di evento-luogo (spettacolo TV,Film/luogo noto) magari con elogi?

  7. Pier Paolo says:

    La mia domanda invece ? sto aprendo una casa editrice e intendo comprare le fotografie di un fotoreporter, regolarmente accreditato ad eventi di spettacolo, che ha ripreso una star internazionale ad un concerto. Vorrei farci un libro fotografico, da mettere in vendita ovviamente. Devo avere anche la liberatoria della star? Grazie

  8. Salve Tiziano, mi appresto a scrivere un libro, un manuale di fotografia sportiva. Al suo interno vorrei inserire delle foto a scopo esplicativo dei concetti espressi. Queste foto sono scattate da me, ma ritraggono personaggi più o meno importanti mentre partecipano a manifestazioni pubbliche di vario genere: partite, gare di atletica, corse, ecc.
    Secondo lei dovrei chiedere l’autorizzazione ad ognuno di queste persone o posso farne a meno?
    Grazie per l’attenzione.
    Enrico

  9. buongiorno,
    ho da farle una domanda più specifica ma sempre in tema.
    Faccio proprio l’esempio specifico, mettiamo conto che vorrei fare un fumetto nel quale uno dei personaggi ha le sembianze di una famosa attrice, angelina jolie, e pubblicandolo lo venda. corro dei rischi?
    nei personaggi Bonelli molti personaggi hanno sembianze di veri attori dylan dog – Rupert Everett, julia – audrey hepburn pagano i diritti ai proprietari ogni volta che pubblicano un volume?
    grazie

  10. Giusepppe says:

    Salve, io sono in procinto di creare una mia birra, e vorrei usare il nome di un noto attore morto. Incorrerei in problemi? Grazie

  11. MI scusi ma alcune cose non mi sono chiare e gradirei un consiglio riguardo a un’attività che starei per aprire.
    Sono un ritrattista e ho deciso di aprire uno shop online per vendere i miei ritratti.
    Ho ritratto dei personaggi famosi e, a quanto ho capito, non potrei vendere i ritratti senza il consenso della persona raffigurata.
    I dubbi sono:
    se ritraggo brad pitt, come faccio a contattare brad pitt per chiedergli di sfruttare la sua immagine a fini commerciali?
    ci sono vari shop online di artisti che vendono ritratti di gente famosa; molto banalmente vorrei chiedere cosa hanno fatto praticamente questi artisti per poter vendere i loro ritratti? Hanno chiesto il consenso a ogni persona ritratta?
    E se l’hanno fatto, come hanno fatto?
    MI scusi se mi sono dilungato, ma davvero sto avendo difficoltà a capire come muovermi.

    la ringrazio

  12. Gentilissimo Signor Solignani, io ho una domanda analoga a quella riguardante Brad Pitt, lavoro per conto di una cantante che sta realizzando un cd di cover di un cantante famoso, lei voleva utilizzare una parte del volto del suddetto e volevamo sapere se si poteva o altrimenti a chi rivolgersi. Grazie infinite. Simona Serra

  13. Buona sera,
    aggiungo un ulteriore motivo di discussione: se il personaggio che intendessi ritrarre (in modo riconoscibile) fosse deceduto o un personaggio storico/scrittore? Faccio esempi: Marilyn Monroe, James Dean, Jim Morrison, Freddy Mercury, Miichael Jackson, E.A. Poe, Oscar Wilde, Leopardi, Dante Alighieri, Napoleone Bonaparte, Giulio Cesare ecc…
    Grazie mille
    Emanuele

  14. ciao Tiziano, ho una domanda in merito, se io volessi per esempio stampare immagini in bianco/nero su t-shirt per venderle nei mercati, raffiguranti personaggi famosi ormai morti da anni, posso farlo liberamente o c’e’ bisogno di avere dei permessi?
    Personaggi come ad esempio Marilyn Monroe, James Dean..per intenderci..
    E nel caso ci sia bisogno di avere permessi, a chi dovrei chiederli? Come e dove si possono avere maggiori informazioni a riguardo?
    grazie!!

    • Non credo proprio, è uno sfruttamento commerciale dell’immagine altrui, i cui diritti spettano agli eredi, qualora poi si trattasse di fotografie o riproduzioni oggetto di diritto d’autore del fotografo o artista ci sarebbe anche questo ulteriore problema.

  15. Caro avv. Sogliani, avrei una domanda. Potrebbe configurarsi lo sfruttamento a fini commerciali dell’immagine di un personaggio noto nel caso in cui un sito internet, sul quale viene pubblicata della pubblicità, ripubblichi a sua volta delle immagini postate da un vip su un social network? grazie mille

  16. ho dei video da me registrati di “mai dire gol” in cui simona ventura effettua dei balletti e parziali spogliarelli, posso pubblicarli su youtube?

    • Siamo un po’ al limite, è tutta roba sicuramente coperta da diritto d’autore dell’emittente televisiva, se sono brevi spezzoni che hanno un qualche interesse scientifico, artistico, culturale in teoria potrebbe essere lecito, ma comunque potresti ricevere contestazioni.

  17. Buonasera! Avrei bisogno di chiarimenti a riguardo.
    Io realizzo ritratti di persone famose e non, con uno stile non realisto, quasi cartoon.
    1. Se vendessi i miei ritratti, rischierei di incorrere in questi problemi anche se lo stile dei miei disegni è “cartoon”?
    2. Nel caso di ritratti di persone non famose, per venderle, dovrei comunque avere il consenso di queste?
    Grazie mille per la sua disponibilità.

    • In teoria hai bisogno del consenso delle persone ritratte perché oltre al copyright ci sono anche questioni legate al diritto all’immagine personale che non vengono superate dal fatto che si realizzino delle caricature ho dei ritratti secondo certi tipi di stile.

Di la tua!