Mantenimento del figlio senza lavoro

Se non ho lavoro devo pagare comunque il mantenimento a mio figlio? E vorrei sapere se posso usufruire del certificato ISEE.

Innanzitutto la domanda non è completa in quanto bisogna distinguere tra reddito da lavoro e reddito. Il primo consiste in quanto si guadagna con il proprio lavoro, il secondo è comprensivo di qualsiasi fonte di guadagno economico. Mi spiego meglio: Tizio è disoccupato, ma gode di un’ottima rendita derivante dalla locazione di alcuni appartamenti di sua proprietà. Questo per dire che l’assegno di mantenimento cui è obbligato il genitore viene fissato dal giudice in base ad alcuni criteri: reddito dell’obbligato (non solo da lavoro), condizioni economiche del beneficiario.

Può essere successo, ad esempio, che quando Lei e Sua moglie vi siete separati il giudice abbia stabilito a Suo carico il versamento di un assegno mensile per Suo figlio di 500 euro. Poi Lei ha perso il lavoro e non ha altre fonti di reddito. Può chiedere al giudice di rivedere la cifra dell’assegno e il giudice terrà conto dell’attuale situazione (per esempio la Sua ex moglie lavora e guadagna molto bene potendosi permettere momentaneamente di sopperire autonomamente ai bisogni del figlio).

Per quanto riguarda la certificazione ISEE bisogna fare il calcolo che tenga conto di reddito, patrimonio (mobiliare e immobiliare) e caratteristiche del nucleo famigliare (ad es. la numerosità). Le consiglio di rivolgersi all’INPS per avere informazioni più precise in proposito.

Comments

  1. vorrei essere piu' preciso,non ero stato esatto sulla descrizione,a riguardo che eravamo conviventi e non sposati,e poi non detengo completamente niente,lavoro purtroppo saltuariamente,e spero di trovarne uno per bene….in quanto che e' da due mesi che ho vinto la causa per il riconoscimento di mio figlio,ancora il giudice non ha fissato nessun mantenimento. grazie

  2. Non mi è chiaro cosa intende per "ho vinto la causa per il riconoscimento". Devo supporre che la madre aveva agito in giudizio affinchè Lei riconoscesse il figlio, ma ha perso. A questo punto il figlio non è Suo e non deve (per legge) mantenerlo. Attenzione però! Io non so se stiamo parlando del primo grado di giudizio, perchè se così fosse la madre potrebbe appellarsi e vincere la causa e Lei essere condannato al mantenimento e a un risarcimento danni.

Di la tua!