Multe a ripetizione in 24 ore per una stessa violazione

Sono stato multato due volte nel giro di 24 ore dalle 21.30 di un giorno (multa recapitata a casa il 21 maggio senza aver lasciato nulla sul parabrezza) e alle ore 7.30 del successivo con rimozione del veicolo. E’ lecito come mi hanno riferito alla municipale essere multati 2 volte inmeno di 24 ore? (Vittorio, via posta elettronica)

Gentile amico,

l’art. 158, comma 7, del Codice della Strada stabilisce che le sanzioni che riguardano il divieto di sosta si applicano per ciascun giorno di calendario per il quale si protrae la violazione.

Se entrambe le violazioni riguardano la sosta vietata in uno stesso luogo, è possibile effettuare una sola multa in una sola giornata.

Per le altre violazioni al Codice della Strada, invece, non vi è limite.

Nel suo caso, stando alla lettera della suddetta disposizione, la seconda multa è stata elevata in un “giorno di calendario” diverso rispetto alla multa della sera prima, perciò, almeno formalmente.

Inoltre, l’avviso sul parabrezza, come detto più volte all’interno di questo blog, non è obbligatorio.

Ricordo che, riguardo alle violazioni al Codice della Strada diverse dal divieto di sosta, l’art. 198 del Codice della Strada prevede che chi viola diverse disposizioni che prevedono sanzioni amministrative pecuniarie, o commette piu’ violazioni della stessa disposizione, soggiace alla sanzione prevista per la violazione piu’ grave aumentata fino al triplo.

In deroga a ciò, il secondo comma dello stesso articolo dispone che, nell’ambito delle aree pedonali urbane e nelle zone a traffico limitato, il tragressore ai divieti di accesso e agli altri singoli obblighi e divieti o limitazioni soggiace alle sanzioni previste per ogni singola violazione.

Sul punto, però, è intervenuta la Corte Costituzionale, con la recente sentenza n. 14 del 26/1/2007, stabilendo che l’art. 8-bis, comma 4, della Legge 689/1981, in base al quale le violazioni amministrative successive alla prima non sono valutate, ai fini della reiterazione, quando sono commesse in tempi ravvicinati e riconducibili ad una programmazione unitaria, trova applicazione nel caso di infrazioni commesse a distanza ravvicinata anche nelle zone a traffico limitato ZTL.

Il principio è che ad ogni accertamento non deve necessariamente corrispondere una contravvenzione, trattandosi di condotte di durata, ossia prolungate nel tempo.

In altre parole, se un automobilista commetterà più infrazioni in un ragionevole breve lasso di tempo all’interno di una ZTL, la sanzione applicabile sarà una sola, aumentata fino al triplo.

Per richiedere l’attuazione dell’art. 8-bis, comma 4, della Legge 689/1981 occorrerà fare ricorso al Giudice di Pace.

Per una più affrofondita disamina della questione multe seriali si può leggere questo post.

Comments

  1. alessandra says:

    Buongiorno.
    ho ricevuto due multe successive per la stessa infrazione. Ovvero “Sosta nelle strade ove costituisce grave intralcio(come da segnaletica)”. Premettendo che la segnaletica non era ben evidente, e che era opinabile il “grave intralcio”, ho trovato ben due verbali nel giro di poche ore l’uno dall’altro (ore 10,00 e ore 15,00 di un giorno successivo all’altro).
    Purtroppo ero via per lavoro e quando sono tornata ho trovato le sorprese.
    Mi chiedo, è possibile contestarle ora che ho ricevuto la notifica a casa, perché successive tra loro e facenti parte della stessa infrazione?
    Aggiungo che si sono ben guardati di scrivere due vie diverse (via XXX in un verbale e angolo XXX di via XXX nell’altro).
    Sono contestabili al prefetto?
    Grazie
    Alessandra

  2. Ho ricevuto 5 multe per una stessa contravvenzione. Sono passato ogni giorno per due mesi per una strada che ho scoperto non potevo utilizzare. Ora mi sono arrivate 5 multe da 100 euro l’una ma mi devono arrivare altre 55 multe!!! come fare?? sono disperato!

Di la tua!