alcune regole curiose del calcio

Lanci il parastinchi e sulla linea di porta eviti il gol degli avversari? È comunque rigore e vieni punito con il rosso. Dal gol sul rinvio di mano del portiere, ai rigori da ripetere: ecco la rassegna dei casi limite. Tante discussioni sulla convalida del primo gol di Olanda-Italia. Si è trattato di un caso difficile, ma non sarà l’unico perché la storia del calcio giocato è piena di casi limite. Ecco una serie di ipotesi che aiuteranno a capire meglio le decisioni arbitrali.

1) Un giocatore batte un calcio di punizione diretto verso la propria porta, il portiere scivola e non tocca il pallone che va in rete. Il gol è valido?
No, la rete non è valida perché non si può fare un autorete con un calcio di punizione sia diretto che indiretto. In entrambi i casi il gioco riprende col corner per gli avversari.

2) Un portiere lancia il pallone con le mani dalla propria area e segna una rete nella porta avversaria. Il gol è valido?
Sì. Non è possibile invece segnare un gol direttamente dalla rimessa laterale.

3) Un calciatore si toglie la maglia per esultare e subito dopo protesta vivacemente contro l’arbitro che nel frattempo non ha convalidato la rete: dovrà essere espulso per doppia ammonizione?
Sì, perché si tratta di 2 infrazioni di diversa natura (esultanza eccessiva e proteste); nel caso in cui un giocatore si tolga la maglia e, per esultare, spezzi anche la bandierina, la sanzione sarà di sola ammonizione: è di un’infrazione dello stesso tipo (esultanza eccessiva).

4) Chi riceve il pallone direttamente su calcio di rinvio può essere in fuorigioco?
No, in questo caso non c’è infrazione di fuorigioco, stessa cosa su pallone ricevuto direttamente su rimessa laterale.

5) Il pallone sta per entrare in rete, un difensore gli lancia il suo parastinchi ed evita il gol: l’arbitro dovrà concedere un calcio di rigore agli avversari?
Sì, perché considererà il parastinchi come una sorta di «prolungamento» della mano e dovrà anche espellere il difensore perché con l’infrazione evita il gol per gli avversari.

6) Se il portiere fa rimbalzare il pallone, può un avversario giocarlo quando tocca il suolo?
No, è da considerarsi sempre in possesso del portiere.

7) Chi vince il sorteggio con la monetina, prima dell’effettuazione dei tiri di rigore, sceglie la porta verso la quale i rigori devono essere battuti?
No, la porta la sceglie l’arbitro, mentre il capitano che vince il sorteggio decide se effettuare il primo o il secondo tiro.

8 ) Si può segnare una rete direttamente su calcio d’inizio?
Sì e la stessa cosa è possibile anche su calcio di rinvio.

9) Su un calcio di punizione diretto, il pallone sta per entrare in rete; un raccattapalle vicino al palo mette il piede e non fa entrare il pallone. L’arbitro accorderà lo stesso il gol?
No, interromperà il gioco riprendendolo con una rimessa.

10) Su un calcio di rigore il pallone sta per entrare in rete, un raccattapalle vicino al palo mette il piede e non fa entrare il pallone. L’arbitro interromperà il gioco e lo riprenderà con una propria rimessa?
No, farà ripetere il rigore.

11) Se l’arbitro perde il fischietto proprio mentre sta per decretare un rigore, il gioco dovrà comunque proseguire?
No, l’arbitro interromperà il gioco con la voce o i gesti e decreterà il calcio di rigore.

12) Un fischio viene dagli spalti e un difensore ferma il pallone con le mani nella propria area. l’arbitro concederà un calcio di rigore agli avversari?
No, riprenderà il gioco con una propria rimessa.
(Daniele Tombolini, 13.6.2008, Gazzetta dello Sport)

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. ciao a tutti…sono un arbitro e credo di poter dire che quella di tombolini è proprio una minchiata. Lui dice l'arbitro scodella la palla per un calcio a due, ma lo fa solo e soltanto se lui si rende conto che il fischio è forte e vicino all'azione. In ogni altro caso è calcio di rigore. Se poi la squadra che attacca vuole per buonsenso o buona condotta tirare appositamente fuori il pallone, beh giù il cappello. Questo per dire che non esiste che un difensore dica: ho fermato la palla con le mani perché mi era sembrato che l'arbitro avesse fischiato…ciao a tutti…ps faccio io una domanda: il pallone sta per entrare in rete ma quando il portiere lo raccoglie dice all'arbitro che il pallone è bucato. Come si comporterà l'arbitro? Ciao. Marco da massa carrara

Di la tua!