le possibilità di vincere in appello

Da poco ho vinto una causa di lavoro di1°grado, adesso la mia azienda ha fatto ricorso in appello. Dato che il primo giudice a dichiarato il mio licenziamento illegittimo,con tanto di reintegro e pagamenti dei miei arretrati,quante possibilità ho di vincere l’appello? E se dopo 2 gradi a mio favore la causa finisce qui? Il mio avvocato mi ha detto che devo stare tranquillo dato che l’appello è una prassi per le nouve aperture di iper, è che i giudici difficilmente si mettono contro,a volte nei penali, è che non si sono mai visti casi di reintegro a lavoro in 1°grado è poi uscire di nuovo in appello. (Fernando, via mail)

Mi dispiace ma non è possibile fare previsioni se non vedendo per bene il fascicolo di primo grado e l’atto di appello.

E’ una domanda che devi fare al legale che ti ha seguito in primo grado e che ti seguirà presumibilmente anche in secondo.

Solitamente gli appelli hanno una statistica di accoglimento più negativa che positiva, ma questo non ti serve a niente perchè ogni caso è diverso.

About Tiziano Solignani

L’uomo che sussurrava ai cavilli… Cassazionista, iscritto all’ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l’altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un’ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. Serena says:

    Egregio Avvocato,
    vorrei sapere quante possibilità di vincere potrò avere in un Processo Civile per Omissione di Soccorso, con querela di ” Falso Documento”, nel quale è morto mio marito.
    Faccio presente, che nella documentazione è stata inclusa anche una lettera della Struttura Sanitaria che ammette le loro responsabilità quindi, le cartelle false. Anche se poi, si ripara dietro una grossolana scusa quale quella che il medico avrebbe avuto a disposizione solo dieci minuti per esplicare il suo soccorso.
    Purtroppo però, le cartelle cliniche dimostrano invece che il tempo sarebbe stato assai di più: un’ ora! Ora più che sufficiente per salvare una persona in crisi respiratoria, per di più,senza l’ombra di ossigeno che l’avrebbe salvato.
    Faccio presente, che il giudice sembra avere accolto la querela ma non ha ammesso un valido testimone quale il medico del 118 che ha redatto la cartella clinica che descrive mio marito lucido vigile, e con codice medio critico! Per cui, mi domando perché non sia stato utile ammetterlo! Tuttavia, è anche vero che il giudice non ha ammesso neppure una nuova perizia da parte della controparte.
    Ma sulla base di quanto scritto, cosa posso aspettarmi se a breve il giudice riunirà le parti per chiedere le conclusioni?

    • È una domanda per la quale purtroppo non esiste nessuna risposta, segui il procedimento, fai il meglio che puoi e poi vedi man mano. Mi dispiace di non poterti essere più utile, come dico sempre sono solo un avvocato, non anche un indovino 😉

  2. Pensavo che sulla base di certi elementi…potesse avere un minimo di idea, visto la sua esperienza, anche se riconosco la questione complicata…quando si ha che fare con una controparte difficile da abbattere come un Ospedale!
    Ma la Giustizia non dovrebbe essere scevra da interessi di parte?

Di la tua!