ancora sui pixel bruciati

In data 25/09 ho comprato un portatile in un centro commerciale. L’ultimo rimasto era quello esposto che però non era mai stato acceso (l’alimentatore er ancora chiuso nella scatola). Ho chiesto se era possibile accenderlo prima dell’acquisto, ma mi è stao detto che non era possibile. Mi hanno però detto che avevo una prima garanzia di 15 giorni da parte del centro commerciale stesso che copriva qualsiasi probema. Appena tornata a casa, ho acceso il notebook e ho visto che un pixel in fondo allo schermo (dove c’è la barra delle applicazioni) è bruciato. Ho chiamato prima la ditta costruttrice del computer ma mi hanno detto che la loro garanzia copre da 5 pixels non funzionanti. Ho quindi chiamato il centro commerciale e mi hanno detto anche loro che non possono sostituirlo. Posso ottenere la soatituzione del portatile o almeno la restituzione dei soldi? (Antonella, via mail)

E’ un caso limite. Personalmente, quando mi sono capitati pixel bruciati, ho sempre insistito e ho portato a casa una sostituzione, tranne in un solo caso di un monitor lcd in cui tutti gli altri monitor disponibili, compresi quelli che venivano utilizzati in negozio dagli stessi esercenti, avevano almeno un pixel bruciato. Secondo me, potresti impuntarti perchè si tratta pur sempre di un vizio e la garanzia di cui parla il produttore non è la sola garanzia esistente, ma ne esistono svariate altre, tra cui quella per vizi, che spetta per legge a qualsiasi acquirente, e quella contro i difetti di conformità.

Naturalmente in questi casi, come dico sempre, è fondamentale avere una assicurazione di tutela giudiziaria, perchè il consumatore, di fronte alla necessità di spendere soldi per un legale o rivolgersi alle associazioni, spesso preferisce rinunciare.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!