cosa succede quando si ha un problema da gestire in tutela giudiziaria

In caso di utilizzo della tutela legale, come va fatta richiesta di assistenza? E come viene gestita? Ad esempio nel caso di problemi relativi a un’ordine online dopo tot giorni di contatti con la controparte, se richiedo assitenza ad Uca poi gestiscono loro la vicenda tenendomi informati degli aggiornamenti o continuerò a dover sentire la controparte per cercare di risolvere la questione?

L’utente assicurato non deve fare altro che incaricare un legale di propria fiducia,  curando solo che abbia un minimo di esperienza nell’operare con le compagnie di tutela giudiziaria. Il legale penserà lui a fare la denuncia ad UCA – o all’altra compagnia del caso, a chiedere conferma della copertura assicurativa e ad intrattenere le trattative con la controparte. Dal momento in cui incarica un legale, dandogli mandato di gestire tutto in collaborazione con la propria compagnia di tutela giudiziaria, l’utente non deve più pensare a niente, farà tutto il suo legale in “tandem” con il liquidatore incaricato dalla compagnia.

Naturalmente l’utente sarà man mano informato di quello che viene fatto a sua tutela e potrà prendere le decisioni circa la conduzione della pratica, come ad esempio decidere se accettare una transazione o meno, se andare in causa o lasciar perdere e così via.

L’utente non dovrà sborsare, per tutta questa attività, un solo centesimo, essendo l’attività del legale tutta a carico della compagnia di tutela.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!