se compro casa durante la separazione?

Buongiorno, sono separata da due anni, ho 32 anni e ho un bimbo di 7 anni a me affidato. Attualmente vivo con il mio compagno nella mia casa coniugale. Anche lui separato con tre figli (2 minorenni e 1 maggiorenne autonoma economicamente) e sul ricorso ha esplicitamente specificato che la moglie non ha nulla a che pretendere in caso di acquisti. Io invece non ho specificato nulla del genere e pertanto mi consigliano di non intestarmi alcun bene. Adesso vorremmo acquistare una casa tutta nostra e pertanto dividerci le spese d’acquisto e riparazione.  Pertanto Vi chiedo come posso tutelarmi difronte a questo investimento senza che mio marito, o terzi, possano intervenire? O comunque, pensando al futuro, come posso garantirmi la mia parte in caso di separazione? Io ho la possibilità, lavorando a tempo pieno, di investire €250,00/€300,00 mensili. Ringrazio vivamente e attendo Vs. risposta. (Giovanna, via posta elettronica)

In realtà anche nel Tuo caso si è sciolta la comunione in quanto, il Giudice, quando pronuncia la separazione (omologando il verbale o emettendo sentenza di separazione) dispone lo scioglimento della comunione.

Con la cessazione della comunione, gli acquisti effettuati da quel momento in poi appartengono in via esclusiva al coniuge che li ha effettuati.

Pertanto, stando così le cose, non corri alcun pericolo in merito ad eventuali pretese di Tuo marito.

About Antinisca Sammarchi

Avvocato tra Casalecchio di Reno (dove vivo) e Vignola. Convivo e abbiamo la fortuna di avere la compagnia di due splendide gatte europee, Triplette e Mimì.

Di la tua!