Il contratto di locazione non è quello che ho firmato. Che fare?

Proprietario abitazione dove sono in affitto prima si rifiuta di siglare qualsiasi tipo di accordo scritto e ovviamente di registrarlo. Si presenta poi con foglio prestampato di colore verde dove sono riportati a matita (praticamente illegibili) dati e cifre. Stupidamente appongo firma senza peraltro firmare null’altra copia o similare e il proprietario mi dice che a breve mi dara’ fotocopia del contratto. Ovviamente mai avuta!! Mi dice anche che non posso prendere residenza e che bollette sono a lui intestate, visto che sua prima casa e resiede dove sono in affitto. Pretende anche pagamenti solo ed esclusivamente cash. Mi rivolgo a legale che con lettera raccomandata le impone di registrare locazione. Proprietario registra con sola copia che manda via fax all’avvocato dove si evince che il contratto non e’ sicuramente quello da me firmato e soprattutto in singola copia. Che debbo fare?? Grazie infinite per una consiglio e risposta.

Il comportamento del proprietario è sicuramente scorretto da ogni punto di vista. Il contratto deve essere registrato e Lei ha il diritto di imporglielo, come peraltro dice anche il Suo avvocato.

Se il contratto registrato non è quello da Lei firmato, non è certo tenuto a rispettarlo.

Per quanto riguarda la residenza le bollette non c’entrano niente. Spesso infatti accade che il proprietario che concede in locazione un immobile, preferìsca tenere intestae a se stesso le bollette, per evitare volture o altri costi, mettendosi d’accordo con il conduttore che sarà quest’ultimo, come utente, a pagarle.

Di la tua!