quando il contratto della palestra viene legato ad una condizione sospensiva

Buongiorno sono una ragazza di 23 anni il giorno 17 gennaio 2009 ho sottoscritto un contratto per proseguire l’attività in palestra. il contratto dovrebbe iniziare il 28 maggio 2009 quindi io continuo a proseguire il mio abbonamento che appunto scade il 27 maggio. io però quando ho stipulato il contratto lo avevo fatto con finanziamento, ma poi mi hanno detto che non potevo farlo e mi hanno invitato a pensarci e chiedere ai mie se potevano farlo loro per me. dopo 9 giorni mi hanno detto che il tempo per recedere era scaduto, ma nel foglio del contratto i tempi di recessione non ci sono e a me non sono stati formiti al momento della sottoscrizione. mi hanno detto che sono obbligata a pagare tutto e subuto. io al momento non ho soldi e francamente non vorrei pagare i quanto il motivo principale della sipula del contratto erano appunto il pagamento con le rate. questo contratto che io ho contiene quindi un errore perchè dice che i termini pe r il pagamento deve essere fatto entro il e dice finanziamento.

Risponderti senza avere, cognizione del contratto non è semplice. Tuttavia da quanto riferisci, il tuo caso sembra essere quello del contratto condizionale. In tal caso ai sensi dell’art. 1353 c.c. ” le parti possono subordinare l’efficacia o la risoluzione del contratto o ad un singolo patto o ad un avvenimento futuro ed incerto”.  Nel caso in questione la condizione sospensiva dell’efficacia del contratto dovrebbe essere l’ottenimento del finanziamento. Il non ottenutimento del finanziamento in linea di massima, dovrebbe rappresentare il “non avveramento della condizione ” e quindi l’impossibilità che il contratto sia efficace tra le parti. 

Di la tua!