Residenza e diritto di proprietà

Buongiorno, ho convissuto per circa 2 anni con la mia ragazza in un appartamento di mia proprietà dove abbiamo richiesto la residenza. Al Comune risultiamo pertanto nello stesso stato di famiglia come conviventi. Da circa un anno e mezzo ci siamo lasciati e lei è tornata a vivere con i suoi ma senza mai cambiare la residenza nonostante le mie insistenze. I rapporti sono ormai rotti e privi di dialogo, come posso fare affinchè non risulti più nello stesso stato di famiglia considerato che la casa è di mia proprietà? Il fatto che risulti nello stesso stato di famiglia può consentirle di avere dei diritti sul mio appartamento?

Vada innanzitutto all’ufficio anagrafe del comune dove ha la residenza e chieda la modifica dello stato di famiglia, specificando che è da solo, visto che si trattava di convivenza e non di matrimonio, quindi una situazione di fatto.

Per quanto riguarda la proprietà della casa, questà è senz’altro tutta Sua. Quello che conta è il titolo giuridico e non lo stato di famiglia.

Di la tua!