Chi paga l’impianto elettrico del negozio?

Salve, ho in affitto un negozio di piante e fiori da più di 13 giorni. Il locatore ha iniziato dei lavori di ristutturazione dicendomi verbalmente e non per iscritto che i lavori sarebbero durati 3 o 4 giorni. A tutto oggi ancora non se ne sa nulla di quando finiranno. In più la ditta mi dice che l’impianto elettrico lo dovrei aggiustare io dopo che loro lo hanno smontato vorrei se e possibile sapere se ho diritto ad un indennizzo e se si a quanto ammonta.

La prima cosa da fare è leggere il contratto di locazione per vedere cosa dice alla voce “miglioramenti e addizioni”.

Normalmente in questo tipo di contratto viene inserita una clausola in base alla quale, in caso di miglioramenti, questi rimangano assieme alla cosa locata (e quindi a favore del locatore), una volta terminata la locazione. D’altronde anche il codice civile asserisce ciò ed è fuori di dubbio che il rifacimento dell’impianto elettrico rappresenti un miglioramento per il negozio.

Tuttavia è anche vero che il miglioramento, se ho capito bene, non viene richiesto da Lei per la Sua attività commerciale, bensì dal proprietario delle mura. Ne consegue che dovrà essere quest’ultimo a pagarlo visto che, alla scadenza della locazione, l’impianto nuovo rimarrà nel negozio e sarà appannaggio del proprietario.

Prima di effettuare qualsiasi spesa, dunque, si legga bene il contratto e laddove decida di rifare l’impianto nell’interesse del negozio, proponga al locatore un accordo per cui, finita la locazione, le venga riconosciuto un indennizzo per il miglioramento apportato all’immobile.

Di la tua!