sui contributi comunali…

Pubblico insieme queste due domande perchè sono molto simili nei contenuti.

Salve, sono una quasi ragazza madre (prossima al parto), lavoro a Roma ma ho la residenza in altro comune, a casa dei miei genitori, anche se non vivo più con loro da anni. Risulto però nel loro nucleo familiare; devo presentare a Roma domanda per l’iscrizione all’asilo nido per mia figlia. Ho tutte le carte in regola per farlo, tranne che per la residenza; non basta il domicilio lavorativo in Roma, devo prendere anche la residenza. Fino ad ora ero ospite a casa di un amico, ma ora sono costretta a lasciare il mio domicilio e non ho ancora trovato un nuovo alloggio. Posso fare richiesta di Indirizzo anagrafico convenzionale come senza fissa dimora? Questo mi permetterebbe di poter usufruire dei servizi offerti dal comune di Roma, quali l’asilo nido comunale? Che altre possibilità ho? La domanda d’iscrizione dell’asilo nido devo presentarla entro il 03/04 e non so più dove sbattere la testa… (Caterina, via posta elettronica)

Slve, la mia situazione è un po’ complicata: io sono siciliana ma vivo a Jesolo da circa 9 anni. Qua ho conosciuto il padre di mio figlio dopo 6 anni che stavavamo insieme quando sono rimasta incinta mi a lascita da sola mio padre non c’era era in XXX perché era socio di una pizzeria mia madre economicamente non poteva sostenermi e mia sorella -essendo la ragazza del fratello- mi ha quasi voltato le spalle per nn perdere l’amore che nutiva per lui( tra l’altro stanno ancora insieme). Così sono andata da una zia a XXX per tre mesi. Dopo mio padre a mollato i suoi impegni per dare una mano a me. Oggi mio figlio -non riconosciuto dal padre (ma forse è stato meglio)- ha 18 mesi ed io tutt’ora vivo con mio padre e la sua compagna. Mi chiedevo se esistono aiuti dello Stato o della regione veneta che io magari non conosco anche perchè il comune mi ha aiutata solo 6 mesi con un contributo mensile di 300euro ma in una città come Jesolo 300euro non sono niente, qui la vita è cara perchè è un luogo turistico noi poi viviamio in affitto per XXX euro al mese io non posso nemmenoi immaginare di crearmi una vita senza un aiuto. Come posso pensare di andare a lavorare se l’asilo mi costa 620euro? Magari la casa 500 e come campo? Io vorrei solo un aiuto iniziale per ricominciare a vivere con mio figlio poi a 3 anni andrà all’asilo statale e forse sarà piu semplice. Qualcuno dice di sopportare ancora di vivere con mio padre fino ai 3 anni di XXX ma non è facile, anche perchè vivo con una donna che non è mia madre e che ha piu importanza di me in tutto. La casa comunale non riesco a far domanda per via dell’ISEE che è di XXXeuro che ovviamente non è il mio reddito ma quello di mio padre e di lei, ma che me ne entra fino alla fine? Non ricevo aiuti per questo non è giusto, lei non è mia madre credo che non dovrebbe essere nemmeno calcolato il suo reddito anche se è residente a casa nostra sono un po’ confusa cosa mi consigliate di fare??? (Giorgia, via posta elettronica)

L’unico consiglio che mi sento di dare alle nostre due lettrici in difficoltà è che si rivolgano al Tribunale dei Minorenni competente per far sì che i loro figli vengano riconosciuti dai padri (naturalmente, la lettrice della prima lettera dovrà aspettare il parto).

Una volta effettuato il riconoscimento di paternità, il padre sarà obbligato dal Giudice a passare un assegno di mantenimento per i figli. Da non dimenticare, poi, che la sentenza è titolo esecutivo, pertanto -nel caso in cui il padre si sottraesse alle sue responsabilità- si potrà procedere al pignoramento di beni mobili e immobili.

Per quanto concerne aiuti dal Comune o dalla Regione, purtroppo non posso aiutarVi: è necessario che Vi rivolgiate direttamente agli uffici competenti o facciate ricerche mirate su Internet.

Tuttavia, contrariamente alle mie abitudini, pubblico anche il nome delle Vostre città di residenza affinchè i nostri lettori e le nostre lettrici che lavorano in Comune, per la Regione o che si sono trovate in situazioni simili alla Vostra possano darVi i suggerimenti più opportuni.

In bocca al lupo!

About Antinisca Sammarchi

Avvocato tra Casalecchio di Reno (dove vivo) e Vignola. Convivo e abbiamo la fortuna di avere la compagnia di due splendide gatte europee, Triplette e Mimì.

Di la tua!