quando l’avvocato si fa pagare da “parte e controparte”

Il mio dubbio consiste in questo. Dopo circa 10 anni mio padre ha vinto una causa civile il giudice nella sentenza ha condannato la controparte al risarcimento di tutte le spese processuali ed anche quelle legali a favore di mio padre pari a €. 10.280,00 circa. La controparte ha dato un assegno al nostro legale di fiducia ma lui ha preteso un assegno di pari importo per poter chiudere tutta la causa. Io mi domando se la prassi è questa comunque in quell’assegno c’erano sono anche i soldi che mio padre aveva dato al suo legale per iniziare la causa e lui invece alla fine se li è presi due volte. In effetti facendo solo cambio di assegni per pari importo praticamente non ha recuperato nemmeno le spese. Ringrazio in anticipo se vorrete rispondermi.

Purtroppo non  è semplice darti una mano in quanto non ho i documenti a portata di mano. Comunque potresti provare a confrontare il totale delle parcelle dell’avvocato con quello che effettivamente ha avuto da tuo padre e dalla controparte, ed eventualmente pretendere ciò che eccede.

Di la tua!