Non risulto nel contratto di locazione, che devo fare?

Salve sono una ragazza di 29 anni e circa un’anno fa insieme ad un mio cugino e il mio ragazzo abbiamo affittato un’appartamento.Mio cugino dopo pochi giorni di convivenza col mio ragazzo ha preferito andarsene,io ovviamente restare.Da agosto ’09 ad ora aprile’09 ho deciso di lasciarlo per vari motivi.Il contratto è intestato a mio cugino che porta il mio stesso cognome e a lui (per mia negligenza aimè) mio cugino nn ne vuole sapere niente (però nn ha cambiato il contratto)e lui sta tentando di mettermi fuori di casa.Ha provato cambiandomi la serratura alla porta (che ho fatto ricambiare ovviamente),e per ultimo mi ha mandato i carabinieri (pensando di mandarmi via di casa!) ma gli stessi quando hanno sentito che eravamo conviventi e dopo avergli mostrato le carte,sono andati via…La cosa clù è che lui è una guardia giurata e che attesta che io tengo in casa mia la sua arma!!sono andata io dai carabinieri a dirgli che l’arma nn è in m io possesso e che anzi è lui che è in difetto,perchè l’arma è domiciliata da me e nn è nel posto di domicilio,(volevo denunciare l’accaduto ma loro nn me lhanno permesso dicevano che nn si poteva) a quel punto i carabinieri mi dissero che avevano un  ppuntamento con lui di sera ,che ci avrebbero parlato e fatto prendere paura,e che poi mi avrebbero chiamato per farmi sapere,alla fine nn si son fatti vivi.Ora mi chiedo,cosa può ancora farmi?Il contratto è a nome suo e di mio cugino,(è vero che mio cugino nn ne vuole sapere,ma lo so solo io! ) io ho una carta del comune dove lui stesso ha firmato di coabitare con mio cugino e me…Mi chiedo…io sono una donna sola…il contratto se nn viene a firmarlo nn posso passarlo a nome mio…devo aspettare che lui nn paghi?per farlo sfrattare?cosa mi consiglia di fare?devo andare da un’avvocato?i mobili li abbiamo comprati in 3 ma ci ho messo più io,perchè a quel tempo avevo più disponibilità di contanti,ma purtroppo nn posso provarlo,e nemmeno m’interessa di farlo,vorrei solo sapere cosa ora ha in mente e cosa mi potrebbe fare!cosa mi consiglia?sono disperata,rischio di ritrovarmi per strada?

Sinceramente la questione non è chiarissima. Mi sembra di capire che il Suo ex, rimasto nella casa e intestatario del contratto di locazione, non La voglia in casa.

Per la legge è il contratto registrato che vale e questo produce effetti tra le parti e anche erga omnes, vale a dire nei confronti di chi vi si opponga.

E’ anche vero che, di fatto, anche Lei ha preso parte al contratto, ma non risulta. Questo significa che si può agire per tentare di dimostrare che anche Lei è locatrice e anche Lei vanta dei diritti tra i quali quello di abitare l’appartamento.

In casi come questi l’unica soluzione è agire in giudizio per testimoni, chiamando ad esempio Suo cugino  a testimoniare.

Resta comunque il fatto che, anche dimostrando le Sua ragioni, il Suo ex compagno non vuole vivere con Lei nell’appartamento per cui mi chiedo, non essendo Lei più tenuta a pagare alcun canone (non è titolare del rapporto, infatti), se non valga la pena cercare un’altra sistemazione.

Di la tua!