Cosa posso fare se la mia coinquilina se ne va e subentra un altro?

Egregio avvocato, io ed un’altra studentessa abbiamo concluso un contratto di locazione per studenti fuori sede, ma adesso lei ha intenzione di cedere il godimento della stessa al fratello per 5 mesi. Io non sono d’accordo, poichè preferirei condividere l’appartamento con una ragazza, come era stato inizialmente espresso a conclusione contratto, senza che però venisse sottoscritta una clausola esplicita. Posso io appigliarmi a qualcosa per evitare ciò?

Se il contratto è stato concluso regolarmente (intendo se è stato sottoscritto e anche registrato) l’unico contratto valido ed efficace risulta essere questo che ha come parti locatarie Lei e la Sua amica.

Questo significa che non può subentrare libaramente chiunque a una di Voi, nemmeno un fratello a meno che non venga data dalla Sua amica regolare disdetta anticipata secondo i termini e il contratto venga poi regolarmente modificato indicando il nuovo conduttore.

Lei, essendo parte del contratto, pur non potendo opporsi all’uscita della Sua coinquilina, può benissimo opporsi all’ingresso del fratello, ma a questo punto delle due l’una: o  Lei rimane da sola (cosa che può andare benissimo al prprietario) e continuerà comunque ad essere obbligata in solido al pagamento della parte di canone di locazione dell’amica, una volta terminato il preavviso di sei mesi; vale adire che se l’amica se ne va e prima pagavate 200 euro a testa al mese, adesso sarà Lei a doverne pagare 400 al proprietario. Oppure se ne va Lei dando la disdetta nei termini.

In ogni caso ricordo ancora che finchè non viene modificato il contratto il subentrante non è regolare.


Di la tua!