ancora sulla cessazione della servitù di passaggio

La mia abitazione è gravata da servitù di passaggio a favore della abitazione del vicino; si tratta di un percorso lungo circa 50 metri per 4 di larghezza che passa a fianco di casa mia. La servitù molti anni fa è stata concessa volontariamente ed a titolo gratuito in quanto il fondo del vicino era intercluso. Passano gli anni e proprio davanti alla casa del vicino è stata costruita una pubblica strada con illuminazione, marciapiede ecc. Il vicino non ha chiesto un passo carraio ma, se lo facesse, avrebbe un accesso più comodo di quello attuale alla rete stradale…. Da un punto di vista legale posso “obbligarlo” ad aprire un passo carraio ed quindi a liberare la mia proprietà dalla servitù? Sarei disposto a pagargli le spese: lo spazio che usa per passare nella mia proprietà mi servirebbe…

Rimandiamo innanzitutto a questo nostro precedente post sul punto. Essendo la servitù stata costituita volontariamente, non esiste il diritto alla cessazione, ma l’unico metodo è quello di negoziare con il proprietario.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!