Contratto di locazione verbale. E’ valido?

Salve. Ho locato nel 1989 un appartamento senza contratto scritto.Da allora fino ad oggi il mio conduttore ha pagato regolarmente. In quell’anno facemmo una scrittura privata in cui si precisava che le migliorie erano a suo carico, che la locazione durava 2 anni ecc… Oggi il conduttore mi dice, sempre verbalmente, che lascerà l’immobile. è da 4 mesi che non mi paga e non ha alcuna intenzione di farlo, in quanto, senza che io sapessi nulla, ha apportato delle migliorie al bagno e in cucina. Ho letto che i contratti stipulati prima del 1999 sono validi, quindi posso agire tramite una diffida ad adempiere?come posso comportarmi per avere i canoni? ovviamente le varie bollette sono intestate a lui, quindi posso provare che l’immobile era locato.

A partire dalla data di entrata in vigore della legge 431/1998 i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo vanno stipulatia pena di nullità con la forma scritta. Essendo il Suo contratto precedente esso ha efficacia anche in quanto stipulato solo verbalmente. Ne consegue che i canoni impagati possono essere richiesti. Tuttavia bisognerà dimostrare l’esistenza del contratto anche con dei testimoni o, come suggerisce Lei, con le bollette.

Salve. Ho locato nel 1989 un appartamento senza contratto scritto.Da allora fino ad oggi il mio conduttore ha pagato regolarmente. In quell'anno facemmo una scrittura privata in cui si precisava che le migliorie erano a suo carico, che la locazione durava 2 anni ecc... Oggi il conduttore mi dice, sempre verbalmente, che lascerà l'immobile. è da 4 mesi che non mi paga e non ha alcuna intenzione di farlo, in quanto, senza che io sapessi nulla, ha apportato delle migliorie al bagno e in cucina. Ho letto che i contratti stipulati prima del 1999 sono validi, quindi posso agire tramite una diffida ad adempiere?come posso comportarmi per avere i canoni? ovviamente le varie bollette sono intestate a lui, quindi posso provare che l'immobile era locato.

Di la tua!