Quando il datore di lavoro vuole diversificare le buste paga

Il mio datore di lavoro che detiene un azienda di produttore di olio vuole da quest’anno farmi due tipi di buste paga durante la stagione, farmi fare 55 giornate lavorative con contributi agricoli e poi 35 altri con contributi industriali. ma perche’ vuole cambiarmi la busta paga? l’indennita’ di disoccupazione sara’ sempre uguale?io perdo dei diritti sulla pensione oppure ha solo dei vantaggi fiscali? Ho sempre pensato che il lavoro agricolo rendesse di piu’ da quello industriale ai fini della pensione o della disoccupazione… potete aiutarmi nel capire se il mio datore di lavoro fa il furbo?

Sicuramente se ti ha fatto queste richieste avrà un tornaconto. Tuttavia,  non posso rispondere in modo esaustivo ad i tuoi quesiti in quanto sono solo un legale. Dovresti rivogerti ad un’associazione sindacale, che sicuramente conoscerà in modo più completo la materia contributiva e ti potrà aiutare in modo adeguato. 

Di la tua!