Subcomodato di un immobile

Salve, ho stpulato con i miei genitori un comodato d’uso gratuito per la seconda casa di loro proprietà dove risiedo. In previsione di creare nella stessa, un’attività commerciale, a nome del mio fidanzato che ne sarebbe il titolare, posso modificare il contratto di comodato e locare io stessa l’abitazione (che diventerà locale commerciale), al mio fidanzato percependo io stessa un piccolo introito per la locazione, che non gravi sul bilancio dei miei genitori? Potreste comunque consigliarmi la soluzione giuridicamente piu’ vantaggiosa e fattibile? Grazie tanto!

Se nel contratto di comodato è prevista la possibilità il comodatario (Lei) puo’ locare l’immobile a terzi. Occorre in sostanza il consenso del comodante (i genitori). Il contratto però dovrà essere una locazione vera e propria e non un subcomodato che dissimula una locazione.

Dal punto di vista delle imposte credo che il proprietario paghi ICI e Irpef sul valora catastale del bene; il comodatario (Lei) paga l’Irpef sul totale del canone percepito come redditi diversi.

Di la tua!