è possibile denunciare assistenti sociali, giudici e avvocati?

E’ possibile denunciare Giudici e Assistenti Sociali per istigazione al suicidio? In sintesi: se la prima Ass. Soc. mi fece perdere il diritto alla casa popolare, la seconda pensò bene di farmi togliere la figlia xkè disoccupata e senza fissa dimora (come se i figli altrui fossero pacchi postali e non solo), costringendomi ad affidare la minore al padre pur ignorandone la personalità e la pericolosità, avendo costui i requisiti genitoriali: casa e lavoro. Come se non bastasse la stessa Ass. Soc. mi confezionò l’accusa di madre violenta abituale (per 4 scapaccioni) nei confronti di mia figlia, insieme al mio ex coniuge, permettendo in questo modo ad un padre di svendere la propria figlia per interesse (a tutt’oggi mi nega il tetto coniugale di 6 alloggi che ne possiede). Da qui: è possibile denunciare Giudici e Ass. Soc. di voler interferire nella vita privata di una famiglia, ma ignorando a priori le “questioni personali” di cui è già tristemente segnata? Il mio ex coniuge è “succube” del fratello minore: è a quest’ultimo che devo la separazione prima e il divorzio dopo (in coincidenza ad un 2° sfratto esecutivo) sempre per proteggere quei 6 alloggi. Per inciso, i due fratelli (ovvero ilmio ex coniuge e il rispettivo fratello minore)sono figli di madre suicida. Per non parlare dell’ampio spazio concesso al “plagio” sui minori e ignorato da tutte le autorità coinvolte: mia figlia era a dir poco irriconoscibile una volta nelle mani del padre e Ass. Soc.. In che modo posso denunciare i legali che hanno seguito l’intera vicenda, iscritti al gratuito patrocinio e per questa ragione non ho mai vinto una causa? L’ultima: il 15 c.m. il Giudice del Trib. dei Minori ha deciso di rinchiudere mia figlia in una comunità (con il pieno consenso del padre, ovviamen) per due motivi coincidenti: 1° xkè il padre non è all’altezza del ruolo di educatore tant’è che mia figlia è scappata da lui per ben 3 volte (fatti denunciati dall’Ass. Soc. chel’ha in carico), 2° perchè il legale da me assunto non ha fatto la richiesta di modifica della sentenza in via d’emergenza a seguito di quelle fughe dalla casa paterna, perchè secondo costui “nulla mi è dovuto, a tutto c’è un prezzo”. Chiedo “come” è possibile e non “dove” perchè a suo tempo mi rivolsi 2 volte c/o il Consiglio degli Avvocati per sentirmi dire 1° “non è mai esistito che un cittadino abbia vinto una causa contro un avvocato” (lupo non mangia lupo?), 2° non ho avuto il tempo di esporre il problema che sono stata zittita e rispedita a casa, perchè “voi cittadini volete avere sempre ragione”. E’ possibile chiedere di togliere la patria potestà al padre mediante denuncia attraverso cui guidici&c. si degnano di prendere finalmente in considerazione le “questioni, anzi ancora gli interessi personali” che hanno dato vita a qto incubo kafkiano? E allo stesso tempo denunciare le gravi responsabilità che si sono assunte tutte le autorità coinvolte nella vicenda? Alla fine hanno ridotto mia figlia ad un soggetto affetto da “ritardo cognitivo” mediante (e solamente) diagnosi durate anni e anni, in forza della legge che impone il loro intervento nell “interesse della minore”. E ci indignamo se paghiamo dei corrotti che ci portano alla rovina…!!! So bene che la vicenda è complessa e critica e per questo, tra le altre, nessun straccio di giornale ha mai accolto il mio appello.

Pur con tutta la comprensione possibile per il tuo caso, non è denunciando assistenti sociali, giudici, avvocati che risolverai i tuoi problemi, nè i problemi di questo sistema giudiziario, che sicuramente non è perfetto e presenta tanti difetti, ma che comunque difficilmente puoi riuscire a cambiare con le tue iniziative particolari portate avanti da sola contro tutto e tutti.

Quello che ti conviene fare è cercare un avvocato nel quale, sia pure con il sistema del patrocinio a spese dello Stato, tu possa davvero avere fiducia e stilare insieme a lui un adeguato progetto di vita e sistemazione per tua figlia, da sottoporre poi alle Autorità competenti per la valutazione. Se il progetto sarà ben costruito e motivato e, nonostante ciò, non venisse approvato, potrai poi impugnare la relativa decisione con i mezzi e i sistemi previsti dalla nostra legge che sono, purtroppo o per fortuna, gli unici che si possono seguire e coltivare utilmente.

About Tiziano Solignani

L’uomo che sussurrava ai cavilli… Cassazionista, iscritto all’ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l’altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un’ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. si dà il caso che ho perso tutte le cause giudiziarie grazie agli avvocati iscritti al Gratuito Patrocinio. l'ultimo non ha fatto richiesta della modifica della sentenza in via emergenza a seguito delle 3 fughe di mia figlia dalla casa paterna,cosicchè il giudice del Trib. dei minori ha deciso di sbatterla in una comunità e non solo.
    quell'avvocato mi ha chiesto pure il rimborso spese extra delle due convocazioni del Trib. dei minori xkè al di fuori della "prassi ordinaria". E secondo voi io dovrei ancora avere fiducia degli avvocati? Sapete meglio di me che la fiducia di un avvocato la si guadagna a suon di soldoni e che quindi lo Stato di Diritto è solo Carta Straccia. E poi chi ha parlato di cambiare il mondo? Io parlo di respondabilità e da parte degli Ass.Sociali come da parte dei Giudici. Trovo inverosimle che il ns. sistema ponga l'Ass. Soc. al di sopra del giudice stesso, dato quest'ultimo accoglie tutto ciò che proviene dall'Ass. Soc. "bovinamente"… Così come trovo inverosimile che venga negata ogni possibilità di difesa quando c'è di mezzo un'Ass. Soc..Faccio notare che il mio è un caso tra i mille, non sono la sola, al mio posto ci potrebbe essere chiunque altro.

    • Hai ragione, ma purtroppo per poter fare qualsiasi iniziativa giudiziaria è necessario un avvocato, quindi la soluzione del problema non può essere fare da sè, ma trovare l'avvocato che fa al proprio caso.

      Puoi fare qualche colloquio preliminare con diversi legali per sentire da loro come imposterebbero la questione e poi scegliere quello che ti ha convinto maggiormente.

      Sull'adesione "bovina" da parte dei magistrati a quanto riferito dai servizi sociali, hai particolarmente ragione, tanto che c'è chi parla, al riguardo, di "prove bloccate", ma è un difetto del nostro sistema giudiziario rispetto al quale non si può far molto, l'unica possibilità si ha appunto con una buona difesa tecnica, in grado di contrastare efficacemente quanto riferito dai servizi.

      • ignazio says:

        ma la carta dei diritti fondamentali dell’unione europea a cosa serve? solo carta straccia?

      • scusate dove sono quelli che dovrebbero aiutare le mamme con i figli messi in istituto? diamo da mangiare agli ass.sociali a quelli del tribunale? i figli devono rimanere con la mamma se in caso di povertà devono aiutare la mamma perché in questo periodo trovare lavoro non è facile , bisogna denunciare l ass. sociale e le dottoresse del caz…. del tribunale .

    • CIAO ADRIANA HO BISOGNO CONTATTAMI

    • Unico modo a combattere ass. Soc. e tribunale, andare tramite giornalisti, stampa. Anche a me hanno tirato via figlia e non riesco a trovare un avvocato in gamba. Pago soldi senza concludere nulla.

      • Ci ho pensato anch’io ma mi sono accorto che giornali TV ed altri media trattino l’argomento solo quando fa audience e,comunque,il giorno dopo tutto svanisce.La gente,i media vogliono il sangue,il gesto clamoroso,la bomba,il disperato arrampicato su una gru,l’asseragliamento dentro un locale con ostaggi,per cui,almeno se ne parla per un po’ e qualche politico,per mettersi in mostra,cavalchi l’evento per cambiare qualcosa.Se sei disposto a fare ciò forse,ripeto forse,qualcosa otterrai.

  2. Non la prenda come un insulto Dr.Solignani, ma lei insiste di fare proprio ciò che gli avvocati da me assunti (col Gratuito Patrocinio) non hanno mai fatto nonostante le mie ripetute richieste, e non solo. Uno dei pochissimi mezzi di difesa di mia conoscenza, sono le "controdeduzioni" alle dichiarazioni dell'Ass. Soc, che però le autorità giudiziarie si degnano di guardare dopo 3,4,5 anni… per le + ovvie ragioni, e quando ormai il danno è già compiuto. Pertanto, la mia domanda è: mi sta prendendo in giro?
    Avevo anche chiesto l'aiuto di un Neuropsichiatra al riguardo (un collab. esterno al Tribunale e quindi esperto in materia), ma anche questi mi chiese un onorario da non poco. La delusione che provai non fu tanto o solo per i soldi, quanto piuttosto per la sensazione chiara e inequivocabile che (i professionisti tutti) speculano sulle tue disgrazie. (L'ultimo avv. mi ha detto che nulla mi è dovuto, a tutto c'è un prezzo e ne sto pagando le conseg.). Le faccio presente che quel Npsichiatra mi seguiva già da tempo, eccelllente nel consolarmi (+ dei suoi farmaci e ke nn prendevo mai: + rincoglionita di così!), esattamente come una caramella, per poi lasciarti una sete irrefrenabile…! Tra l'altro, dietro l'ordinanza di farmi curare da uno strizzacervelli, c'è sempre la stessa Ass. Soc.: prima te le fanno e poi ti denunciano alle autorità. "I veri pazzi stanno fuori dal manicomio perchè dentro ci devono mandare le persone sane di mente…" Sono violenze che non si supereranno mai, come i segni che ti lasciano. Grazie per la sua cordiale disponibilità, ma in qto sistema di M. non basta +. Farò a modo mio, a mio rischio e pericolo: renderò pubbliche le mie denunce: pazza si, ma sana di mente.
    Compresi "I Dieci Comandamenti dei Cretini", perchè te le sevono tt su di un piatto d'argento. Un saluto e ancora grazie.

    • Assolutamente nessuna offesa, anzi mi piace partecipare alle discussioni quando sono sincere.

      Guarda, secondo me devi considerare che se un dottore ti sbaglia una cura non inizi a comperare medicine da sola, ma cambi dottore. Così è anche per gli avvocati, che non sono assolutamente tutti uguali, devi solo trovare quello giusto.

      Purtroppo, il gratuito patrocinio nel nostro Paese è disciplinato in maniera abbastanza carente: gli avvocati che lo praticano sono pagati solo alla fine della causa (cioè dopo anni), sono pagati la metà di quello che prenderebbero in regime di libera professione e intanto devono anticipare di tasca loro tutte le spese (raccomandate, notifiche, marche, etc.). Realisticamente, non ci si può meravigliare che alcuni avvocati facciano solo il minimo indispensabile e, a volte, anche meno del minimo.

      Però ci sono anche legali che, sia pure in regime di patrocinio a spese dello Stato, si comportano correttamente e fanno tutto quello che è in loro potere per aiutare il proprio assistito. Tutto sta a trovarne uno, non è assolutamente facile, ma penso che le soluzioni alternative comunque non siano migliori.

      • sabrina says:

        mi sta appena dichiarando di far parte di una categoria di persone deontologicamente scorrette: secondo il mio modesto parere "realisticamente, ci si dovrebbe meravigliare e come" che molti suoi colleghi iscritti non per obbligo ma volontariamente al gratuito patrocinio, non facciano il proprio dovere…. e questo silenzio assenzo mi sconvolge. Fossi in lei sarei il primo, qualora ne venissi a conoscenza, a denunciarli!

        • Grazie del consiglio e dell'incitamento, ma personalmente penso che continuerò a cercare di fare del mio meglio nel mio lavoro, senza la pretesa di cambiare gli altri, credo che avrò forse la speranza di raggiungere così qualche risultato.

          Mi dispiace per chi incappa in un professionista non onesto, come in un idraulico scorretto, ma è una cosa che può capitare a tutti, persino a me stesso o a membri della mia famiglia, purtroppo il mondo non lo posso cambiare io e credo sia già tanto, e già un servizio, farmene testimone, con chiarezza e sincerità, come cerco di fare, senza mai difendere per partito preso la categoria di cui faccio parte, a differenza di altri, ma riconoscendone le magagne.

          Naturalmente, ben vengano anche quelli che si impegnano anche su altri fronti e che denunciano tutti quelli che si comportano scorrettamente, nutro profondo rispetto per loro e mi aspetto di essere ricambiato, ognuno in fondo deve fare quel che gli riesce meglio.


          cordialmente,

          tiziano solignani, da iMac /tiziano-solignani/

          ~ il mio libro: /libri/guida-alla-separazione-e-al-divorzio/

          • ma come si fa a paragonare un avvocato ad un idraulico o un farmacista o qualsiasi altro tecnico? la legge e gli avvocati non devono mai sbagliare o prendere alla leggeraqualsiasi sentenza o causa, specialmente se ci sono dei minori che in primis pagano gli sbagli !! In Italia non c’è proprio giustizia, è morta ormai già da troppo tempo

        • CIAO VORREI PARLARTI DI PERSONA CONTATTAMI

        • ho ricevuto una richiesta di contatto da parte di una Sabrina e di una Mary ma senza specificare come… attraverso questo sito? no grazie.
          mi si può contattare tramite facebook.
          saluti a tutti e a lei dott. Solignani.
          (a proposito di legali… che siano a pagamento o con il g.p. la solfa è sempre la stessa: muro di gomma. in altre parole i diritti sono a pagamento ma dai 5000€ in su.)

  3. Non per amore della polemica, Dr. Solignani, ma…
    1) dalle mie esperienze personali, cambiare dott, avvocato, ass. sociale, scuola, maestra ecc… non è mai servito a nulla perché dove c'è di mezzo lo Stato il copione è sempre lo stesso, se non peggio (potrei scrivere una Telenovela).
    2) se il gratuito patrocinio è mal regolato dallo Stato, può mai giustificare che un avvocato mi faccia bruciare 20.000 euro di affitto per un alloggio che non potrò mai usare con mia figlia? Tanto valeva regalargli i miei risparmi di disoccupata… visti anche i tempi giuridici x ottenere l'affidamento congiunto e le dimenticanze volute. E qto è sl un esempio tra i tanti.
    3) sempre a proposito del gratuito patrocinio, mi domando se non sia il caso di costituirsi parte civile (un pò come è avvenuto per il fumo da tabacco) visti i danni incalcolabili che gli assistiti pagano in fatto di soldi, di affetti, di reputazione (sia nella vita privata che lavorativa) e quindi di salute psichica e fisica, nonchè ecc… ecc…
    4) Se la ns società è regolata dalla legge della jungla, va da sè che i diritti valgono x i + forti, mentre i doveri valgono per i più deboli: soccombono sotto un rullo compressore.
    Chiedo scusa pertanto per la mia incredibile ingenuità, ero davvero convinta, stupidamente, di vivere in uno Stato di Diritto. Le ho fatto perdere del tempo. (Dio mio! mai e poi mai avrei pensato di ripetere le stesse e identiche cose di 30 anni fa!!!)
    La mia cura? ribellarmi agli ordini dell'ennesimo Padrone. Scusi tanto ma, e chi se ne frega di appartenere ad uno Stato così come viene concepito e gestito?!
    Colgo l'occasione per farLe i miei + sentiti auguri di Buon Anno. GRAZIE.

  4. adriana dice:
    mi domando se non sia il caso di costituirsi parte civile.

    Se trovi altri casi che hanno subito simili trattamenti dalle stesse persone dovresti farlo, se tecnicamente si puó fare (l'avvocato puó suggerire).
    L'unica persona a cui preme la vita tua e di tua figlia sei tu, non delegare, ma informati presso i servizi legali indipendenti. ce ne sono tanti nelle varie cittá italiane.
    coraggio.
    Non puoi certamente mollare per la salute intanto di tua figlia, ma soprattutto anche la tua.
    E cerca di far veicolare questa storia sui giornali indipendenti o sul web.
    fare rumore fa sempre bene e porta consigli.
    di burocrazia si muore.
    un augurio di cuore.
    eli

  5. Adriana says:

    Per eli.
    Grazie per l'incoraggiamento ma nessuno mi ha mai indicato altre vie per fare valere i miei diritti di madre: quali sarebbero i servizi legali indiendenti?
    Chiedo scusa per la mia ignoranza, sto pensando alle varie associazioni come "Papà e genitori separati" ecc… niente da fare perchè mi ignorarono completamente pur avendo accettato la mia iscrizione. Forse xkè sn dalla banda opposta.
    Conobbi anche Vittorio Apolloni (Falsi Abusi) e l'ho ritrovato su Facebook… devo ammettere che avvicinarmi a certi casi mi lascia alquanto perplessa: io non c'ero e così per lui.
    I casi simili al mio, di mia diretta conoscenza, hanno preferito andare per la loro strada insieme alla vergogna, all'umiliazione, al dolore. E' comunque un marchio che ti rimane per il resto della vita, il marchio di un sistema che non ti offre nè alternative nè il diritto alla difesa perchè "per legge" l'unica responsabile è la madre in quanto tutrice, educatrice e genitrice. Avresti dovuto esserci nell'ultima auduzione… come se la madre e il figlio vivessero in un altro pianeta, senza alcun contatto o interferenza dall'esterno. Me la sono attaccata all'orecchio: so come fare rumore e sul Web, i giornali cosidetti indipendenti mi hanno ignorata come gli altri.
    Ciò che rattrista di più è che agiscono sempre e solamente sul "senso di colpa"… io sapevo che fa parte della miseria umana, della mentalità del Padrone, per l'appunto. E io non ho e non devo avere Padroni.
    Un saluto e un grazie.
    P.S. il caso vuole che le giudicesse del Tribunale dei Minori siano tutte "zitelle" (he!he!he!): più distaccate di così si muore!
    Appunto.
    Cavolo, che tragicomica…

  6. adriana ti capisco tranquillamente e volevo manifestarti tutta la mia solidarieta'.io sono in una situazione simile ma al contrario,nel senso che la mia ex compagna si e'impadronita di mio figlio che poverino ha 2 anni e non sa piu che pesci pigliare.Strano da dire anche se cosi piccolo.la mia ex una volta dato alla luce mio figlio si rendeva diciamo irreperibile che solo dopo l'intervento dei carabinieri l'ho potuto vedere!(questo accadeva dopo circa una set dalla nascita di mio figlio.mio figlio ora vive di forza dai miei suoceri con la mia ex, e che continuano a dirgli che papa e cattivo.Ora devo lottare e nessuna autorita di concreto a fatto nulla!sto cercando un buon avvocato nel modenese per intraprendere un'azione legale per far valere i miei diritti in quanto le suddette persone non hanno un minimo di buon senso.a seguito di un esposto presentato in polizia si decideva a farmelo vedere alcuni giorni a settimana ma al di la di cio'non vi e'nulla di chiaro cioe lei puo far cio che vuole e' io devo dar conto di tutto.Tengo a precisare che la mia ex e disturbata psicologicamente dovuti ad abusi ricevuti in eta'adolescenziale da parte di suo papa'.In 2 anni ho provato in tutti i modi di non dare una famiglia separata a mio figlio ma non ci sono riuscito,anche perche certe situazioni vanno affrontate in campo medico e io non sono competente.ora della mia ex non mi interessa nulla,devo solo tutelare mio figlio che vive nell'abitazione dove si consumavano tali abusi,roba che se ci penso mi viene il vomito!!!!!!!!sono molto preoccupato e sto cercando un avvocato onesto che oltre la sua parcella si dedichi con il cuore e la giustizia al caso……sta di fatto che le autorita competenti in tale situazione sono molto mal gestiste e con scarsa sensibilita'…………devo lottare per mio figlio

    • sabrina says:

      dal 2006 la legge da la possibilità di ottenere l'affidamento condiviso di tuo filgio, Legge 54/2006 ed impone alla madre di lasciarlo a te almeno 1 o 2 volte durante la settimana ed i fine settimana alternati. Qualora poi la tua ex non si attenesse alle regole, puoi richiedere tutela dei tuoi diritti direttamente al tribunale dei minori , ai carabineiri (per carità non coinvolgere gli assistenti sociali!!!! e non mensionare i problemi psicologici della tua ex perchè non aspettano altro che trovare una scusa per assegnare tuo figlio ai servizi) e chiedi solo che venga tutelato il tuo diritto di padre (e quello di tuo figlio) di avere un rapporto continuativo con entrambi i genitori.

      • A me non risulta che la legge preveda il diritto di un genitore non affidatario o non collocatario di vedere il figlio "almeno 1 o 2 volte durante la settimana" e "i fine settimana alternati".

        Mi sembra giusto precisarlo per "dovere di cronaca" come si dice… Cioè a vantaggio di chi legge.

        La legge esprime in via generale una preferenza per la parità di tempi di permanenza dei figli con i genitori, come questo tuttavia vada tradotto nella pratica è un compito assegnato al giudice, non ci sono disposizioni specifiche o più specifiche.


        cordialmente,

        tiziano solignani, da iMac /tiziano-solignani/

        ~ il mio libro: /libri/guida-alla-separazione-e-al-divorzio/

  7. sabrina says:

    sono 4 anni che io non vedo più mio figlio Lorenzo preciso nessuno puo più vedere ne sentire Lorenzo solo gli assistenti sociali e la comunità che e stato inserito perchè quando ancora era minorenne la dot Merlo di pisichiatria insieme agli assistenti sociali anno detto che Lorenzo aveva problemi ,pertanto lo anno inserito alla nostra famiglia di san vito al tagliamento trattandolo con un pisicofarmaco di nome retanil ,preciso che è stato ritirato in america per i suoi potenti efetti collaterali .Adesso non lo vedo da 4 anni non so se e vivo o morto lunica cosa che mi dicono che Lorenzo a grossi problemi . Su codesto abuso di potere o svariati documenti ,inoltre Lorenzo quando e nato a avuto una valutazione da 1 a 10 ,il 9 poichè aveva una piccola lussazione all anca pertantoe e nato sano e me lo ritrovo malato .il mio recapito 3384286383 se qualcuno mi vuole aiutare a fare giustizia .Bisogna sapere che lunione fa la forza. Chiamatemi o fate un sms perchè o problemi ricevere le mail .grazie sabrina franceschin

  8. sono d' accordo con adriana ,nikola beh vorrei denunciare anke io le' assistenti sociali,mi vogliono portare al camposanto tirandomi matto da' chi devo andare dai carabinieri, vorrei sapere ki c'e' sopra loro ke' comanda x contattarlo. mi stano tirando matto. sono loro da' ricoverare in manicomio e' buttare la' kiave. come si diceva una volta dentro ci sono i savi, ed i matti sono fuoriin questo caso le' assistenti sociali, roba da'manicomio avrei delle storie ke'mi sono capitate da' raccontare di loro verso me'. sono loro ke' devono prendere le' medicine e' farsi una bella cura al cervello. e' perke' no ho'registrato la' conversazione, sono andato nel comune del mio paese,a' kiedere, un lavoro, x via della crisi economica ke' non si trova lavoro, l' assistente sociale, mi ha' risposto ke' x lavorare solo 2 ore al giorno devo farmi passare x mentecato e' buono a' niente, roba da' non credere, eppure mi e' successa x davvero,vatti a'fidare delle istituzioni sono loro i mentecati, avrei anke altre storie da' raccontare sempre su' di loro ma' le' raccontero piu' avanti. a' volte la'realta supera la' fantascienza. aspetto risposta nikola

  9. Ciao cara amica, e anche a tutte quelle che hanno risposto.

    Non ho problemi gravi come i vostri ma mi trovo comunque intrappolata nella criminale ragnatela legalizzata dell'assistenza sociale. A parte offrirvi tutta la mia solidarietà vorrei segnalarvi "CRESCO A CASA" un sito che si occupa di abusi da parte di questo pretestuoso oltrechè iniquo e obsoleto sistema di tribunale per i minori con la complicità dei servizi sociali.

    Concordo pienamente che gli avvocati a gratuito patrocinio è meglio se ne vadano a mangiare 1 bel gelato invece di far perdere tempo E CAUSE ai disgraziati che sdi rivolgono a loro.

    Vorrei invitare tutte quelle che hanno storie da raccontare a scrivermi all'indirizzo

    pillosaromi@indiatimes.com

    dove potremo comunicare più liberamente, sebbene mi senta in dovere di ringraziare il gentile TIZIANO SOLIGNANI per l'ospitalità concessa e la sua opera in ogni caso benevola verso questa dilaniante questione. Ovviamente lo invito a contattarmi

    all'indirizzo E-Mail segnalato per poter discutere in ambito meno pubblico per qualsiasi cosa volesse dire o commentare, è più che il benvenuto, visto l'opera coraggiosa che già concedendo a queste parole consente.

    Io sono in procinto di affrontare una battaglia, chi vuole aggregarsi, si senta libero di farlo!

    Con l'augurio di un buon proseguio a tutti quanti

    Saromi!

  10. so bene i problemi che procurano le assistenti sociali : ti ingabbiano ,ti legano le mani con le loro parole di ricatti .sono impreparate .,. eppure ci sono ciclostilati e ciclostilati pieni di parole bellissime …… chiedo :-esistono associazioni in difesa dei diritti negati dai servizi sociali ? è possibile che in questo campo non si sia ascoltati da nessuno ?

  11. ciclostilati e ciclostilati …..parole ,parole , parole …..soldi spesi ,soldi pr congressi ,corsi ,convegni ….sempre parole sante parole ,parole ,parole ….. niente azioni se non allontanamenti……

  12. anche io ho avuto solo merdate da sti tutori dicono della legge.invece usano solo x lavarsene le mani il sapone dell’indifferenza. quando mia figlia aveva poki anni fu violentata dal compagno marokkino della ex. andai sia trib. minorile sia serv.soc. x trasmettere le mie paure visto quando raramente( in 10 anni li ho visto circa in tto 50 ore) riuscivo a veder miei figli nonnostante avessi decreto dello stesso trib.m. ke mi autorizzava di vederli 2 volte x settimana (cosa mai avvenuta) anke se denunciavo questo. cmqe questa altra bassezza di sti giudici. pur avendo loro visto, accertato e scritto sui decreti la promiscultà e moralità dove erano costretti a vivere i miei bimbi. nn han fatto nulla ke cessasse queste infamità. da anni siamo seguiti dal centro mentale. io sno uscito fuori testa ancora sno in cura. mia figlia nn è certo serena. quel maiale è stato condannato ha 10 anni. ma x la legge era 1 csa gia prescritta quindi questo libero. e noi solo incazzati tanto. ecco xke cerco qualke bn avv.to cn i detti coglioni e tanto cuore ke assorbe questo xke se stiamo zitti x vergogna. queste infamita nn finiranno mai. stando zitti diamo loro l’autorizzazione x ste infamità. giudici e serv. soc. pazzesco, ha questi da ki vengono giudicati. quindi devono almeno esser sputtanati e allontanati dove ci sn da tutelare i bimbi. xke nn esseri umani questi di categoria. auguro loro di passare solo 1 minima parte delle nostre urla e sofferenze, e nn meritano neanke di stare cn i bambini. assurdo auguro tantissimo male a tti questi. scusatemi. spero di aver qualke notizia. ha quelle del serv,soc. ke han partecipato a queste infamita so ke sn state anke passate di grado. cosi posson far più male.

  13. adriana o kiunque voglia, xke nn ci uniamo formando 1 comitato x questi abusi. son convinto ke nn avremo problemi x trovare avvocati visto ke si è tanti e siam più tutelati. adriana ti ho cercato su fbk. ma nn sapendo ki 6 nn potevo sputtanarmi x ste infamita cn gente ke magari nn capisce nulla. sono solo incaxxato.

    • Non trovo nessuno che ci aiuta contro i servizi sociali che ci perseguitano senza un valido motivo, solo perchè mio padre ha contatti in privato con loro, mio padre è un sadico, si diverte a vederci soffrire, la sua amante è la nipote di un’assistente sociale, quindi ci stanno rovinando, non ce la facciamo più 🙁

    • Ciao Roberto,ti vorrei chiedere se hai risolto tutto con sti bastardi di ass.soc? Sono Tatiana e dal gennaio sti bastardi mi hanno portato via figlia. Anche io sto cercando un avvocato con le palle, mi fanno passare x una psicopatica, devo fare collochi con psicologo di loro. In poche parole nostri figli e famiglie distrutti e un lavoro sicuro x loro.

  14. Questi ass.sociali…non riescono a tapparmi la bocca …ed ho a malapena la 3 media…i loro discorsi non portano a niente…solo a tirare a pezzi e bocconi colloqui avanti anni e anni,fino a farci un giorno girare le scatole…sono stanca ma sto cetcando la maniera di cambiare e magari sospendere queste persone che x anni sono riuscite a fare solo della confusione e creare problemi a me e mia figlia…riconosco che la mia sincerita non sara mai premiata ma odio l’ipocrisia e sono stufa di vedere dementi che solo xche si sentono potenti si approfittano e abusano potete solo x umiliarti e contrariarti…PER FAVORE dobbiamo almeno avere la possibilita di poterle sostituirle…e lasciarle almeno senza clienti…almeno questo sarebbe fondamentale per farci guardare un po piu come persone e no come casi! Aiutatemi

    • Ti consiglio di sentire in ordine ai problemi che vengono trattati dagli assistenti anche un consulente privato di tua fiducia, è sempre quello comunque il primo passo.

    • Sono un padre con una figlia separata, per dei disgraziati assistenti sociali ne stiamo passando di tutti i colori, ci anno odiato si dal primo minuto, senza nessun motivo, questi assistenti sociali mantenuti da noi cittadini sono la rovina delle copie che si separano con figli. Sono degli incapaci e spesso sono persone non qualificate a svolgere il loro dovere, non dico altro anche perché non so a cosa vado incontro. Uniamoci e troviamo il modo di contrastare questo loro potere che anno su di noi.

      • Andiamo in televisione, sputtaniamoli , ti prego, anche io sono vittima degli assistenti sociali, io e mia mamma per anni stiamo combattendo contro di loro? Di dove sei? Uniamoci per favore, sono tutti corrotti e gli avvocati non fanno niente!! Come posso fare? Mi stanno portando all’esasperazione, tutelano mio padre che è uno psicopatico e stanno perseguitando me e mia mamma, solo perchè l’amante di mio padre è nipote di un’assistente sociale, mia mamma voleva aiuto per cercare lavoro ma invece la perseguitano sempre e non la aiutano! Io abito nel meridione, c’è troppa corruzione vi prego aiutatemi uniamoci contro i servizi sociali che non svolgono bene il proprio lavoro! AIUTIAMOCI INSIEME

        • Buon giorno a tutti mi chiami Olga. Io non ci sto più con queste ass.soc. fanno quello che vogliono cambiono incontri ho anche lì spostano.

  15. Anna monaco says:

    Ho problemi con il giudice e servizi sociali aiutatemi stanno facendo stare male a una bambina di 14 anni

  16. Io sono di Modena, vittima di ass.soc. mi hanno preso la figlia, sto spendendo soldi x avvocati e non riesco concludere nulla. Se qualcuno di voi conosce qualche avvocato con le palle che capace andare contro servizi del stato, mandami un messaggio. Grazie.

  17. Vorei denunciare i servizi sociali e giudice tutelare di Modena e i giudici minori Bologna

  18. Mauro Maccabelli says:

    Buongiorno mi chiamo Mauro Maccabelli vi scrivo perchè non so più a chi rivolgermi e forse voi mi potete aiutare.
    Da cinque anni io e i miei due figli, Leonardo di 12 anni e Alice di 9 stiamo vivendo e subendo una vicenda assurda. A dicembre del 2011 è cominciato il nostro calvario. Al tempo mia moglie a cominciato a comportarsi in modo strano e ha deciso di separarsi, abbiamo cercato aiuto da un psicoterapeuta molto preparato il Dott. Roberto Zonta il quale aveva tenuto in cura mia moglie, prima che io la conoscessi, per dei problemi da me non conosciuti. Nei vari incontri che abbiamo avuto col Dott. Zonta le cose sono peggiorate e mia moglie dava segni di squilibri molto gravi comportandosi come se fosse un’alta persona e in quel momento non venne più da Zonta. Io non capivo cosa stesse succedendo e con chi avessi a che fare. Nei mesi successivi io chiesi aiuto a Zonta per capire cosa stavo vivendo e subendo e mi disse che eravamo di fronte ad una patologia molto grave e che io dovevo assecondare mia moglie il più possibile, non ostacolarla e andare via di casa per la mia incolumutà, gli chiesi anche se i miei figli fossero in pericolo di vita e lui mi rispose che poteva succedere di tutto, mi disse anche di rivolgermi ai servizi sociali e di raccontare tutto quello che succedeva ed era emerso negli incontri con lui e di informarli che lui era disponibile ad un confronto con loro per spiegare la situazione. Mi rivolsi ai servizi sociali di Camposanpiero (PD) e parlai col dott. Onofri e gli raccontai tutto quello che il dott. Zonta mi disse di riferire e anche che i miei figli potevano essere in pericolo di vita e della disponibilità del dott. Zonta ed un confronto con loro. Onofri mi rispose testuali parole: Adesso ci siamo noi e che non avrebbero sentito Zonta, in oltre mi disse che non avrebbe scritto nulla di quello che gli avevo detto, atteggiandosi e spaventandomi dicendomi che se avesse scritto il mio racconto chissà cosa sarebbe successo ai miei figli. In questi cinque anni siamo stati nelle mani dei servizi sociali e dei loro rappresentanti e nonostante io raccontassi loro di tutto quello che i miei figli subivano, queste persone non hanno fatto nulla. Il Dott. Onofri la dott.sa Possamai la dott.sa Furlan hanno lasciato i miei figli a subire, USTIONI, lasciati senza mangiare per punizione, lasciati al freddo, minacciati e ricattati costantemente, puniti senza motivo, privati dei loro giochi e delle loro cose, lasciati a casa soli per ore e ore anche con la febbre a 39, per mesi a casa della mamma non potevano farsi la doccia e tutto quello che psicologicamente continuano a subire dalla loro madre. Nonostante io abbia portato testimoni delle cose e dei racconti dei bambini e che abbia segnalato sempre la disponibilità del Dott. Zonta queste persone non hanno mai scritto una riga di quello che abbiamo raccontato loro e neanche di quello che i miei figli gli hanno raccontato. Nelle due relazioni fatte dai servizi, dietro richiesta dei giudici, non hanno scritto nulla, anzi, secondo loro va bene così.
    Ho presentato anche un esposto contro queste persone alla procura dei minori ma non ho mai avuto notizie e io e i miei figli continuiamo a subire, nessuno fa niente, cosa devo aspettare? Che la mia ex moglie ammazzi i miei figli prima che qualcuno apra gli occhi?
    Mi chiedo anche,come sia possibile che delle persone possano comportarsi in questo modo, lasciando due creature a subire tutto questo, atteggiandosi con presunzione e arroganza coperti da un potere intoccabile.
    In questi cinque anni ho provato a fare di tutto, mi sono rivolto a tribunali, carabinieri, avvocati, consulenti,a telefono azzurro, ma alla fine tutti ci rimandano dai servizi sociali, da persone incapaci di svolgere un lavoro così delicato.
    Nella mia condizione e anche peggio, ci sono miglioni di padri separati , che vengono massacrati psicologicamente da queste istituzioni che hanno il potere di comportarsi in questi modi assurdi, tanto nessuno li può toccare.
    Ci prodighiamo tanto per aiutare tutti e lasciamo che degli esseri umani in una società, cosi detta civile, possano subire tutto questo, ma sopratutto che dei bambini subiscano fino a quando poi non succede una disgrazia, poi se ne parla per un giorno e poi torna tutto come prima.

  19. vorrei denunciare la asssistente sociale di ventimiglia provincia , anche cambiarla

  20. Buongiorno. Anch’io Modena e anch’io voglio fare causa agli assistenti sociali. Come possiamo metterci in contatto?
    Idea: io ho un pagina fb, Dora Educatrice. Scrivetemi lì, così ci contiamo, eventualmente ci incontriamo, e vediamo se si riesce a fare qualcosa.

    • Anch’io o problemi con servizi sociali per mio figlio perche lavoro solo io e non sono sposata il tribunale minori Bologna manco mi a ascoltato non per cattiveria ma questi procedimenti servono solo a ingrassare tasche ai giudici servizi sociali e psichiatri senza pensare benessere del bambino e male che fanno i genitori

    • Arianna says:

      Sono una sign di Brescia,vorrei denunciare gli ass sociali a dicembre m hanno tirato via mio figlio dandolo a mia sorella se così si può definire. oggi m hanno detto ke lunedì lo portano a Salò in casa famiglia. Mio figlio ha 12 anni e ne ha passate tante cm me del resto. Voglio denunciarli per mancato operato e mancato diritto della privacy. Prove scritte ke hanno detto il mio caso ad una signora ke m ha contattata su fb. Premetto ke nel 2014 m è morto un figlio e sempre nel 2014 il mio ex è andato con una mia amika ormai ex amika. Come posso fare per denunciarli?e kiedere i danni non x me ma x mio figlio dato ke me l hanno tolto dicendo ke io mi ubriacavo e gli esami dello amo risultano tutti negativi?Grz a ki mi risponderà. Arianna

  21. Buongiorno. Io non vi stò a raccontare la mia storia che dura da 5 anni, ma vi dico che assist.soc. uonpia e un giudice del tribunale dei minori, stanno rovinando la vita di mia figlia non intervenendo a una pesantissima situazione, nonostante le mie continue richieste di aiuto.
    La cosa pazzesca e che nulla si può contro di loro anche se agiscono in maniera catastrofica causando danni a minori e relative famiglie, senza nessuno scrupolo di coscienza!!!
    Io sono di Milano…..vedo che comunque il male è generale; sono proprio questi “servizi” ad essere malati e investiti di troppa autorità senza averne la competenza.
    Probabilmente ha ragione LARA (qualche commento più in su) dove dice che l’unico modo è di andare in televisione. Si credo anch’io che sia l’unico modo. Far capire che questi servizi NON SERVONO A NIENTE, ANZI……e sono solo uno spreco di denaro (perché non sono volontari)

    • luciana says:

      Anche io voglio denunciare i servizi sociali.
      Ho 51 anni con ridotta capacità motorie.
      Mi stanno distruggendo..

  22. A chi mi devo rivolgere x fare una segnalazione sull operato della ass sociale?

  23. Avete per caso creato un gruppo?

  24. Ai Carabinieri, denunciando i fatti.
    Importante e’vsaper circostanziare bene. Evidenziando ogni abuso o condotta illegittima degli operatori

Di la tua!