quando si pensa di acquistare un’auto ed invece si acquistano solo problemi

Circa 1 mese e mezzo fa ho acquistato un’audi A3 2.0. Al momento dell’acquisto il venditore mi ha assicurato che l’auto era esente da qualsiasi vizio e precisamente, su mia richiesta, esente da vizio di testata, volano e km scalati. dopo circa una settimana ho riscontrato problemi di testata e volano, requisiti che avevo espressamente dichiarati senza i quali non avrei concluso il contratto di vendita. sta di fatto che anche se ho denunciato al venditore il danno (non causato certamente da me, ma oserei dire vizi occulti) quest’ultimo non vuole riconoscere il danno. Ho una garanzia che gentilmente si sta attivando con me per cercare di arrivare ad una soluzione pacifica, così le ho inviato un’autocertificazione per spiegare i fatti (che allego). Ora, io mi rivolgerei volentieri ad un legale, ma ho paura dei tempi lunghissimi delle cause civili (ad un accordo sembra proprio contrario), possibile che non ci sia un modo per velocizzare il tutto? in fin dei conti non posso tenermi l’auto in queste condizioni… voglio precisare che intanto ho inviato raccomandata con ricevuta di ritorno alla concessionaria in modo tale da fissare i termini, visto che ho denunciato il tutto entro i 2 mesi così come la legge detta. illuminatemi vi prego…

Purtroppo se non riesci ad arrivare ad un accordo in via stragiudiziale, se non vieni soddisfatto dalla garanzia o se ne vieni soddisfatto solo parzialmente, l’unico modo per tutelare i tuoi diritti è quello di agire in via giudiziale, ovvero di fare causa al rivenditore. Infatti se lo stesso non vuole sentire ragioni, l’unica soluzione è quella di rivolgerrti ad un legale, far fare una perizia sulla vettura prima di ripararla e poi fare causa per ottenere il risarcimento dei danni a cui hai diritto.

Di la tua!