quando l’artigiano dopo aver ricevuto le proprie spettanze chiede altro..

Nel 2007 io e il mio fidanzato abbiamo aquistato un appartamento. Abbiamo affidato i lavori di ristrutturazione edilizia ad un artigiano. Abbiamo aperto regolare DIA.Il muratore ci ha presentato un preventivo di 10.000 euro. Abbiamo pagato un acconto, poi un saldo. In questo momento abbiamo scoperto che erano 10.000 più IVA e quindi abbiamo aggiunto 1.000 euro. Dopo aver saldato (bonifico bancario per avere le detrazioni fiascali) ci ha presentato un foglietto di bloc notes dove chiedeva spese extra per 2.800 euro. Non ce ne ha mai parlato e non ha mai concordato nulla con noi. Secondo Lei dobbiamo pagarle? In caso di risposta negativa cosa posso fare per far capire a questo signore che non ha diritto a nulla dato che puntualmente si fa sentire con le sue richieste?

In linea di principio, da quanto dici, secondo me non dovresti dargli altro oltre a ciò che hai già provveduto a saldare. Tuttavia dipende dai termini dell’accordo che avete preso. Successivamente in caso di sue richieste o pressioni in tal senso, potrete chiedere alla vostra controparte di farvi pervenire queste richieste in forma scritta, cosicchè voi personalmente, o a mezzo di un legale gli risponderete (mezzo preferibile) una volta per tutte che a loro non spetta nulla in più di quanto hanno già ricevuto.

Di la tua!