come gestire divorzio e divisione della ex casa familiare

A marzo passano 3 anni dall’udienza presidenziale, con la quale è stato sancito che devo dare 250 al figlio minorenne e 250 al maggiorenne. 100 a lei, l’omologa l’ho avuta a marzo dello scorso anno, la casa in comunione è stata assegnata a lei, ad ottobre scorso ho perso il lavoro, e recandomi al tribunale di Bari presso l’ordine degli avvocati mi hanno detto che posso accedere al gratuito patrocinio, vorrei chiederVi se posso chiedere il divorzio e contestualmente la divisione dell’immobile, oppure se conviene percorrere 2 strade, cioè la richiesta in sede di divorzio, e la causa della divisione giudiziale dell’immobile, se ci sono per me speranze, visto che adesso mi mantengo solo con un introito a nero non fisso, e nel contempo se posso accedere al vostro gratuito patrocinio per i 2 eventuali procedimenti.

Bisogna fare due procedimenti separati: uno di divorzio e uno di divisione dell’immobile.

Per vedere se hai diritto al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, compila questo form (è gratuito).

Se risulterai avere i requisiti, penseremo noi a preparare le due domande di ammissione per i due procedimenti.


About Tiziano Solignani

L’uomo che sussurrava ai cavilli… Cassazionista, iscritto all’ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l’altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un’ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!