se il convenuto in una separazione giudiziale vuole andare in Argentina

Dopo il suo secondo adulterio devo separarmi..tentai la consensuale ma non li va bene nulla…e sotto tratamento psichiatrico ma provare una insania o che è alcolica non sarà in tempi brevi..,lei ora ha chiesto la giudiziale (nn ritirerò in posta l’A.G inviatomi ieri dal Trib.)la casa pagata da me e in + i 2 figli.Conocendo la propensione dei giudici sara il padre a doversi allontanare dei figli!Lei prende facendo pulizie 900 (nero) ed io una disocupazione di 800.Se dovra andare cosi, cosa puo determinare il giudice come assegni?, e se andrò via come già deciso x cercare lavoro in Argentina..se me ne vado prima della prima udienza ma lascio un lettera motivando il tutto ad un avv. in modo ke la riceva il giudice?Se nel fratempo appena arrivato laggiu magari fra una settimana inizio contemporanemante la separazione nei ns. Tribunali?entrambi italoargentini, sposatilaggiù e poi trscritto in Italia,dimostro pure io di voler kiudere..kiaramente la mia residenza fra giorni sara in Argentina e qua saro cancellato ed iscritto all’AIRE. Come potrà ragionare il giudice e cosa potrebbe decidere? Su quello ke determinarà il giudice Argentino sull’ipotetico ass. alimenti io nn mi sotrarrò, poi come farebbe l’italiano?emigrando nn percepiro 1 € fino a ke troverò 1 qualcosa, come fa a obbligarmi”residente giù,cercando lavoro a dire li mandi 100€ quandolo stipendio medio arg.sono 300 e bastano x vivere?La RINGRAZIO in anticipo una risposta celere visto i tempi x trasferirmi..

Chi desidera una risposta celere, può acquistare una consulenza, quando invece si sottopone semplicemente un caso alla redazione del blog i tempi di risposta sono sempre molto più lunghi perchè essendo una attività che svolgiamo gratuitamente non possiamo certo darvi priorità, specialmente rispetto alle esigenze dei clienti paganti.

Ciò premesso, a mio giudizio non ti conviene assolutamente fare quello che stai ipotizzando, cioè non costituirti nè comparire nel Tribunale italiano e iniziare un giudizio di separazione in Argentina. Se non ti costituisci, il Presidente prenderà ugualmente i suoi provvedimenti e gli stessi saranno comunque per te vincolanti sin da subito e probabilmente anche dopo che avrai interessato un Tribunale argentino che, penso, non potrà far altro che constatare che è già intervenuto il giudice italiano sul punto e che la materia è già regolata. Per me dunque la cosa migliore che puoi fare è costituirti serenamente con l’ausilio di un bravo avvocato davanti al giudice italiano e svolgere colà tutte le tue difese.

Tieni presente che se non hai sufficiente reddito, puoi chiedere l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato.

Per maggiori approfondimenti su come funziona il giudizio di separazione giudiziale, ti rimando al mio libro in materia, in uscita a settembre 2010.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!