Il vicino rompiscatole

 le scrivo in quanto sto aprendo un asilo nido autortizzato dal Comune di Roma in una villa presa in affitto in una piccola via chiusa. Accanto a noi c’e un avvocato molto arrogante e che ci ha dato molti problemi per i lavori di ristrutturazione e siamo arrivati all’esasperazione mandandolo a quel paese.Non potendo appellarsi a nulla, per la nostra nobile causa e dall’ottenimento di tutte le autorizzazioni necessarie per i lavori, ha coinvolto tutte le famiglie della via per mandare una lettera al Comune chidendo gli atti delle autorizzazioni e appellandosi a tantissime cavolate(cancello rumoroso, ci sono troppi asili nella zona, sarebbe un disagio per le famiglie della via quando l’asilo sara’ aperto). Pertanto lui ha gia’ litigato con molti nella zona e non e’ a nroma, in quanto ha murato i contatori dell’acea e la gente deve entare nella villa dove sono per le operazioni standard, ha usato lo stesso muro di cinta della nostra villa per definire il suo confine e ha fatto crescere gli laberi attaccati al muro di cinta causando nella mia villa molta immondizia. Come ultima cosa, ha inserito nella via un cartello di (starda privata) quando non lo e’. Cosa posso fare per farlo tacere  e non farmi creare danni per la mia attivita’ che stiamo aprendo con tanti sacrifici economici e personali? Grazie in anticipo.

Mi sembra di capire che, pur lamentandosi, questo avvocato non abbia in mano prove o altro che possano in qualche modo impedirvi di realizzare il vostro progetto.

Avete quindi tutto il diritto di andare avanti senza curarvi della cosa. Se come dici le lamentele in oggetto sono infondate non ci saranno impedimenti da parte del comune.

Nel caso questa persona dovesse continuare ad importunarvi non ci starebbe  male una lettera di diffida firmata dal vostro avvocato. Oppure si potrebbe denunciare ai vigili la questione del finto cartello “strada privata” anche se temo che questo non farebbe altro che alimentare i dissidi.

Di la tua!