come difendersi se si acquista un notebook “usato” credendolo nuovo

Venerdì ho acquistato un notebook in un grande distributore di elettronica, pubblicizzato in un volantino. Era rimasto l’ultimo, quello in esposizione, ma non presentava difetti. Sono rimasta stupita perchè ho notatao che i dischi di ripristino del sistema operativo (windows 7 come indicato nel volantino) erano masterizzati e non originali, ma sotto il pc c’era il numero di serie (il commesso mi ha rassicurato dicendo che negli ultimi anni i dischi di ripristino vengono fatti da loro). A casa ho notato che l’antivirus era attivo da più di un anno, ma ho pensato che essendo esposto lo avessero attivato. Il tecnico che doveva trasferire i dati dal mio vecchio pc, invece, si è insospettito ed ha fatto una approfondita ricerca, dalla quale è emersa che il pc era stato utilizzato e conteneva foto effettuate e scaricate più di un anno fa. Il pc, o almeno l’hard disck, non sono nuovi! Posso pretendere la sostituzione con un notebook di pari caratteristiche o la restituzione del denaro? 

Diciamo innanzitutto che chi acquista un bene, per garanzia legale, ha diritto alla consegna di un bene conforme a quello pubblicizzato.

Se viene pubblicizzato un bene nuovo, è evidente che non può essere consegnato all’acquirente un bene usato. In questo secondo caso il consumatore acquirente potrà ottenere il ripristino o la sostituzione della conformità senza spese del bene: in questo caso la sostituzione dei dischi usati con dischi nuovi ovvero la sostituzione integrale del notebook.

Per ulteriori dettagli, ti rimando alla nostra scheda pratica in materia di tutela, in concreto, dei consumatori.

aggiornamento. Siamo felice di comunicare che il notebook è poi stato concretamente sostituito alla nostra lettrice.

About Francesco Cassanelli Stami

Di la tua!