come potrebbe essere la successione del figlio naturale con la legge Giovanardi?

Sono l’ unico proprietario di un bene immobile dal 1983. Nel 1987 ho contratto matrimonio (con separazione dei beni), per un breve periodo abbiamo vissuto con una figlia della moglie, concepita nel suo precedente matrimonio. Dalla nostra unione è nata una figlia, e successivamente nel 1993 la moglie è deceduta. In riferimento alla revisione della Legge (Giovanardi del 2010) in materia di filiazione; ora supponendo come ipotesi, nel caso di una mia morte, le faccio le seguenti domande: 1. Il diritto d’ eredità sul bene immobile è diventato 50% a favore della figlia naturale? Mentre sarebbe stato del 100%, con la precedente legge. 2. Che diritto d’ eredità sul bene immobile avrebbe la figliastra? Con la nuova legge avrebbe acquisito il 50%? 3. Se io dichiaro, per testamento, oppure faccio un atto di donazione dell’ immobile al 100% a favore della figlia naturale, potrebbe essere fatta una rivalsa di diritto da parte della figliastra?

Credo tu ti faccia più problemi di quelli che in realtà ci sono.

La figlia della tua defunta moglie non è tua erede (salvo che tu non l’abbia adottata, ma non credo visto che non fai riferimento a ciò). Ciò significa che ad oggi tu hai solo un’erede che è tua figlia, legittima o naturale poco importa, infatti l’art. 566 cod. civ. stabilisce che al padre e alla madre succedono i figli legittimi e naturali in parti uguali.

Stando così le cose, non è necessario che tu faccia alcuna donazione in vita a favore di tua figlia poichè, ad oggi, è la tua unica erede.

About Antinisca Sammarchi

Avvocato tra Casalecchio di Reno (dove vivo) e Vignola. Convivo e abbiamo la fortuna di avere la compagnia di due splendide gatte europee, Triplette e Mimì.

Di la tua!