quando un genitore decide di lasciare un immobile ad uno solo dei suoi figli

Sono figlia di una vedova che adoro e con la quale convivo per assisterla in quanto è invalida. Ho 3 fratelli. due hanno figli. Non sono ancora sposata. Mia madre vorrebbe che l’appartamento dove viviamo rimanesse a me, gli altri vivono in altri appartamenti. Siamo tutti eredi degli stessi fabbricati vecchi e di una casa ed una stalla del mio povero padre. Mamma, dice spesso di voler fare testamento e di voler che io sia la sua erede universale. Cosa significa? Cosa succederà? E’ possibile?

L’art. 588 cod. civ., stabilisce che le disposizioni testamentarie, qualunque sia l’espressione o la denominazione usata dal testatore, sono a titolo universale e attribuiscono la qualità di erede, se comprendono l’universalità o una quota dei beni del testatore. Le altre disposizioni sono a titolo particolare e attribuiscono la qualità di legatario. Il secondo comma precisa che l’indicazione di beni determinati o di un complesso di beni non esclude che la disposizione sia a titolo universale, quando risulta che il testatore ha inteso assegnare quei beni come quota del patrimonio.

Ad oggi, gli eredi (universali) di tua mamma siete tu e i tuoi tre fratelli (art. 536 cod. civ.).

Se tua mamma viene a mancare senza lasciare alcun testamento, l’art. 566 del cod. civ. dispone che la massa ereditaria dovrà essere ripartita in parti uguali tra di voi.

Tuttavia, tua mamma può decidere di fare testamento (che potrà essere olografo o per atto notarile ai sensi dell’art. 601 cod. civ.) e di lasciare la quota disponibile ad un terzo, estraneo alla famiglia, oppure a uno o più dei suoi figli, quale, ad esempio, tu.

In tal caso, tua mamma non dovrà violare le quote di legittima: ai sensi dell’art. 537 del cod. civ., a voi 4 figli spettano i 2/3 dell’intero patrimonio (che dividerete poi in parti uguali) e la quota disponibile ammonta ad 1/3 della massa ereditaria,.

Pertanto, tua mamma potrà sicuramente lasciare a te la quota disponibile (oltre alla quota di legittima che comunque ti spetta per legge), ma non potrà in alcun modo violare le quote di legittima che spettano ai tuoi fratelli.

Infine, per rispondere alla tua domanda, allo stato non so se tua mamma possa lasciare a te l’intero appartamento in quanto bisognerebbe vedere il valore dell’appartamento e di tutti gli altri beni.

About Antinisca Sammarchi

Avvocato tra Casalecchio di Reno (dove vivo) e Vignola. Convivo e abbiamo la fortuna di avere la compagnia di due splendide gatte europee, Triplette e Mimì.

Comments

  1. Buona sera avvocato sono figlio di una ragazza madre oggi deceduta .dopo tanti anni ho saputo che aveva fatto un testamento olografo a mio favore lasciandomi una vecchia casa di sua proprieta’ acquistata negli anni settanta, che io col passare degli anni ho fatto dei lavori per poterci vivere dentro decorosamente e non come era in origine .siamo quattro figli tutti sposati e con prole arrivo al punto. Un mio fratello mi sta creando dei problemi accusandomi di aver ottenuto il testamento obbligando mia madre con la forza e con minaccie, premetto che sono nato e cresciuto con mia mamma curandola sempre e assistendola fino alla fine della sua lunga malattia fino a che mia mamma e’ deceduta sempre da solo non avendo mai avuto una mano da parte di questo fratello che ha sempre vissuto a Roma snobbandoci sempre compresa mia madre . Si e’ fatto vedere raramente
    e mai occupato ne di mia madre ammalata e tanto meno del resto dei miei fratelli .A COSA SERVE QUESTO TESTAMENTO OLOGRAFO ? COSA GLI SPETTA PER LEGGE SE IL RESTO DEI MIEI FRATELLI RINUNCIANO ALLA LORO QUOTA ? VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE . P.A.

  2. Avvocato buongiorno io vivo con la mamma che vorrebbe intestare a me la sua casa visto che i miei due fratelli vivono in francia è hanno la casa. Possono appellarsi i miei fratelli?

Di la tua!