si può sanare la morosità dopo la intimazione dello sfratto?

Premesso che l’ immobile e’ condotto da una sas di cui sono l’ accomandatario che si occupa di elaborazione dati ho qualche possibilita’ di oppormi al decreto di sfratto per un immobile commerciale sanando le mensilita’ pregresse prima dell’ udienza di convalida? 1) canoni scaduti alla data del 03-03-2012: 5 mensilita’ 10+11+12/2011 e 01+02/2012 2) versato il 03-03-2012 mensilita’ 01+02/2012 con assegno circolare a mezzo raccomandata ricevuta il 06-03-2012 e contestuale proposta di rientro delle mensilita’ pregresse entro 05-2012 per le mensilita’ 10+11+12/2012 con calcolo delgli interessi di mercato alle relative scadenze 3) ingiunzione di sfratto ricevuta il 14/03/2012 in cui si rifiuta il piano di rientro proposto e si chiede all’ a.G. La convalida dello stesso.

Purtroppo no, vale, secondo quasi tutti i giudici, il principio, di cui abbiamo già parlato diverse volte nel blog, della cristallizzazione dell’inadempimento, per cui, una volta che ti hanno intimato lo sfratto, se anche dopo sani la morosità, comunque gli effetti dello sfratto continuano a prodursi. Nè è possibile, nelle locazioni commerciali, chiedere il termine di grazia all’udienza. Puoi, in conclusione, solo provare a negoziare.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!