come si può determinare il compenso dell’avvocato in materia di locazioni?

DEVO FAR CAUSA PER L’ANNULLAMENTO DI UN CONTRATTO DI LOCAZIONE ALL’ADE. IL MIO AVVOCATO SOSTIENE CHE IL CALCOLO DELLA PARCELLA VA CALCOLATA SUL VALORE DELL’IMMOBILE .MENTRE IO SOSTENGO SIA CALCOLATA SUL VALORE DELLA LOCAZIONE. CHI HA RAGIONE ? INOLTRE VORREI UN PREVENTIVO DI SPESA MENTRE LUI VUOL FARE UN CONTRATTO.

Secondo me, il valore di una causa di questo genere andava calcolato, anche nel vecchio regime, in base al valore della locazione e non certo dell’immobile, dal momento che parliamo di un godimento temporaneo. Ad ogni modo, dopo il decreto 1/2012 le tariffe sono state completamente abrogate, quindi non ha più molto senso parlare di commisurare il compenso al valore della controversia, se non in lato vagamente economico, come criterio di partenza. Attualmente, vige il libero mercato, sia pur con qualche restrizione. Per quanto riguarda la distinzione tra preventivo e contratto, non è così importante: se credi, puoi lasciare che lui predisponga direttamente il contratto, che varrà anche come preventivo, nel senso che tu leggerai il testo dello stesso e prima di firmare valuterai se ti sta bene il compenso proposto o meno. Noi per comodità facciamo prima il preventivo e, solo dopo e solo se il cliente lo accetta, il contratto, ma nulla vieta di fare direttamente la proposta contrattuale, che, in caso di accettazione, può essere sottoscritta da entrambi direttamente.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. Francesca says:

    Buongiorno, scrivo per chiedere una dritta quanto al compenso di un avvocato per la redazione di un contratto di locazione: se non erro per la redazione di contratti il compenso varia in percentuale, a seconda del valore della pratica.
    Quanto alla locazione, il valore dovrebbe determinarsi secondo il canone annuale, o sbaglio?
    Sulle nuove tabelle, inoltre, ho tuttavia letto che i compensi per la redazione dei contratti di locazione devono essere ‘dimezzati’.
    Le sarei grata se potesse aiutarmi a chiarire questi punti.
    Grazie mille.
    Francesca

Di la tua!