Una delle cose peggiori che esista per l’intestino sono i #cereali…

Una delle cose peggiori che esista per l'intestino sono i #cereali, che a causa della presenza di complessi di proteine indigeribili (presenti in tutti i tipi di cereali, in forma diversa, compreso il riso) cagionano la permeabilità intestinale, che comporta che la tua merda entri nel flusso sanguigno, con gli eccellenti risultati che tutti possono immaginare. Non sono un alimento adatto all'alimentazione umana sin da quando furono introdotti 10.000 anni fa, con la rivoluzione agricola. Quelli di oggi, poi, ripieni di pesticidi ma anche di modificazioni genetiche #OGM  e selezionati nelle qualità più «resistenti» (che sono quelle che poi fanno danni maggiori nel nostro intestino), sono un disastro. In più, contengono #esorfine che danno dipendenza. Su questo ultimo tema ho chiesto ad uno psichiatra se fosse vero, la sua risposta: «Le pizzetterie al taglio che ci sono in giro non ti bastano? Quante ne vorresti vedere di più per convincertene?». I cereali sono cibo adatto agli uccelli, che possessono gli enzimi necessari per digerirli nel loro apparato, a differenza nostra. E poi sono SEMI: le piante non amano che i loro semi vengano mangiati, i frutti sì perchè servono al trasporto dei semi, ma se mangi semi non interi (quindi al di là del trasporto) prima o poi ti accorgi che è meglio lasciar perdere, sempre che tu sappia ascoltare il tuo corpo. #paleo  

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!