Ma Ailani non lo ascoltava più oramai: Amane le aveva riportato…

Ma Ailani non lo ascoltava più oramai: Amane le aveva riportato il fischietto magico, quello che lei era stata tanto stupida da gettare via.
Ailani aspettò che Amane se ne fosse andato, poi prese il fischietto e iniziò a soffiarci dentro alla rovescia. Non si sentiva niente, ma Ailani soffiava e soffiava, con quanto fiato aveva.
Ailani soffiò tutta la notte, sino a che, quando già si iniziavano a vedere le luci dell'alba, vide una persona che si stava pian piano avvicinando alla gabbia.
Era la mamma.
Ailani non credeva ai suoi occhi. La mamma fece segno alla bambina di tacere, per non svegliare nessuno, poi prese un paio di tenaglie per aprire le sbarre.
Poco dopo la gabbia fu aperta e Ailani, piangendo, poté saltare in braccio alla sua mamma che la consolò «Piccola mia, non piangere… Non lo sapevi che i sogni falsi portano sempre lacrime vere? Stai tranquilla, adesso andiamo via».

ESTRATTO DI

Solignani, Tiziano. “9 storie mai raccontate.” Narcissus Self Publishing, 2012-11-29. iBooks. 
Il materiale potrebbe essere protetto da copyright.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!