il conto corrente può essere pignorato senza che il titolare sia avvertito?

Ho una controversia col mio ex padrone di casa (anzi di negozio). Dopo 30 anni ho disdetto il contratto nei tempi (visto l’aumento assurdo) ma dopo la lettera di un’avvocato mi sono trovato il doppio del contendere bloccato sul mio conto, senza che la banca o altri mi avvisassero. Tutto ciò e’ legale?

Non ha senso parlarne in astratto. La prima cosa che devi fare è andare a recuperare l’atto di pignoramento. Questo atto dovrebbe essere stato notificato sia a te che alla banca. Se non l’hai ricevuto, dovresti controllare per prima cosa di non avere residenze in posti che non frequenti più, ad esempio perché ti sei dimenticato di fare il cambiamento, oppure perché nel contratto di locazione hai eletto domicilio in un posto che adesso non ti appartiene più: l’atto potrebbe esserti stato notificato là. Se non riesci a recuperare l’atto in questo modo, puoi chiedere alla tua banca di dartene copia, oppure, se incarichi un avvocato, questi può chiederne una copia, a titolo di cortesia, al legale del creditore (per conoscere il nome del quale, se già non lo sai, puoi chiedere sempre alla banca).
Prima ancora della notifica dell’atto di pignoramento, dovresti aver ricevuto la notifica di altri atti, tra cui l’atto introduttivo del giudizio che ha condotto alla formazione del titolo e il titolo stesso, cioè il provvedimento del giudice che dice che devi pagare, insieme all’atto di precetto. Ma qui ci sono tante possibilità che è davvero inutile parlarne in generale, bisogna fare un lavoro di ricerca per capire che cosa è successo e se la notifica che di fatto non hai ricevuto è valida o no. Se è invalida, forse puoi fare opposizione tardiva e far annullare il titolo formato nei tuoi confronti, se è valida invece non c’è niente da fare sotto quel versante e l’unica è gestire la situazione.

About Tiziano Solignani

L’uomo che sussurrava ai cavilli… Cassazionista, iscritto all’ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l’altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un’ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!