Contro i pericoli di violenze in famiglia si possono chiedere gli ordini di protezione

separata da 5 mesi consensualmente,il mio ex coniuge ha lasciato la casa coniugale cointestata ad entrambi a me, con l’approvazione del giudice .ora minaccia di donare la sua quota al nostro primo figlio che pur essendo autonomo , più che maggiorenne e residente altrove. questo figlio è un violento ed io mi sento minacciata nella mia incolumità.vorrei sapere cosa si può fare per far si che costui venga allontanato dal mio domicilio che purtroppo in questo momento condividiamo .non vorrei fare querele per non rovinargli la carriera,abbiamo altri 2 figli aduli e non conviventi.la cosa che mi preme di più è sapere come posso fare per rimanere nella mia casa

È difficile poter valutare un caso come questo senza vedere le condizioni di separazione contenute nel verbale che avete sottoscritto.

Comunque, per i problemi di violenza in famiglia, il rimedio più utile, di solito, sono gli ordini di protezione, cioè provvedimenti che puoi ottenere sia dal magistrato civile che penale con i quali vengono imposte limitazioni alle persone dalle quali possono derivare violenze nei tuoi confronti. Di questi strumenti parlo abbastanza approfonditamente nel mio libro «Guida alla separazione e al divorzio» che, se non vuoi acquistare, puoi leggere anche in biblioteca.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!

CHIUDI
CLOSE