Se sul preventivo non è indicata l’IVA il fornitore può richiederla?

ho fatto verniciare da un carrozziere un vecchia auto d’epoca, mi espone un preventivo di circa 5000 euro che poi quando vado a ritirarla sono diventati 6000, va be pago e ritiro l’auto, nessuna ricevuta o fattura o perlomeno ho un biglietto scritto da lui che riceve i 5000, dopo circa otto mesi sull’auto compaiono delle bolle sulla vernice, gli telefono e lui viene a riprendere l’auto, dopo 6 mesi mi chiama e mi fa vedere le riparazioni, mi chiede ancora del denaro, io gli rispondo che il lavoro fatto non e stato eseguito a regola d’arte e quindi e giusto che lui ne risponda in pieno, ora ha riverniciato tutta l’auto ma per ritirarla adesso devo pagare l’iva perche adesso vuole fare fattura, ma il prezzo non doveva essere compreso d’iva ? Quindi avrei intenzione di denunciarlo

Il problema è che il preventivo, se ho capito bene, era orale, quindi non abbiamo nemmeno un documento di partenza.

A parte questo, quando si fanno i preventivi è bene essere chiari e specificare se la somma indicata è quella «finale» o se alla stessa dovranno essere aggiunti degli accessori previsti dalla legge.

Purtroppo, l’IVA è una somma la cui ripetibilità presso il cliente è prevista dalla legge, quindi direi che in caso di mancata indicazione nel preventivo comunque il fornitore, per quanto poco «corretto» e attento ai bisogno di informazione del cliente, abbia diritto di richiederla.

Suggerisco come sempre un approccio negoziale.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!