Tutto quel che bisogna fare è solo iniziare a dire no.

pillola_rossa-blu

Buongiorno e buon anno a tutti.

Oggi è un buon giorno per disintossicarsi – esattamente come lo sono tutti i giorni della vita.

Ma cosa vuol dire disintossicarsi?

Semplicemente, significa iniziare a dire «no» a tutta la merda che qualcuno ci vuole far mangiare, pensare, vivere, quindi entrare nel nostro stomaco, nella nostra testa o più in generale nella nostra vita.

Iniziate la dieta paleo.

Iscrivetevi al movimento 5 stelle.

Smettete di far decidere al Mulino bianco la vostra spesa e la vostra alimentazione. Mandate affanculo le autorità almeno finché sono costituite da un illegittimo sistema partitocratico che ha come unico scopo quello di rubare e arricchire raccontando demenziali menzogne a tutti.

Riprendete a leggere libri e rimettete al suo posto anche facebook.

Se avete un “amico” che posta solo stronzate, non siete obbligati a sorbirvelo, toglietelo: siete voi che vi costruite il vostro facebook, se seguite solo coglioni poi non vi potete lamentare.

Seguite i blog che vale la pena di seguire, tramite un aggregatore feed che ve li rende un flusso comodamente consultabile, e smettete di leggere Corriere, Repubblica e gli altri giornali che, pagati coi nostri soldi, fanno gli interessi di industriali privati come De Benedetti, Berlusconi, gli Agnelli o di altri soggetti meno identificabili.

Mandate affanculo la partita o il film in tv su Sky, vestitevi e andate su un prato con vostra moglie, marito o i vostri figli e restate lì anche a non fare un cazzo, con un filo d’erba in bocca, oppure giocate coi vostri figli, fatevi una passeggiata, conversate con i vostri cari dal vivo e non tramite facebook.

Buttate nel cesso tutte le ossessioni che il sistema ci martella addosso in continuazione: devi essere bello, magro, sempre lucido, sempre sul pezzo, intelligente, corretto, amante degli animali, buon genitore, non sessista, politicamente corretto nelle azioni e nel linguaggio, buon elettore, buono, caritatevole, devoto, fiducioso, rispettoso… Iniziate a essere voi stessi e a vivere con leggerezza, che è l’unica cosa veramente indispensabile per la nostra specie, e sarete ancora meglio di questo. Le volte che sbaglierete chiederete scusa e non sarà morto nessuno. E se per qualcuno le scuse non dovessero bastare lo dovrete mandare affanculo, senza passare dal via, perché noi non sano perfetti e solo un presuntuoso idiota può pretenderlo dagli altri e mai da se stesso.

Non vivete la vita di qualcun altro, come ha detto una persona straordinaria che, da quando è scomparsa, sentiamo tutti ancora di più dentro di noi. Iniziare ad usare la vostra testa, ricordatevi che siamo animali sociali e le relazioni sono importantissime per noi ma nel nostro paese c’è una persona valida su 50 o 100 in qualsiasi categoria: avvocati, commercialisti, funzionari pubblici, insegnanti, idraulici, elettricisti, personal trainer, assicuratori, poliziotti, scrittori, quel che vi pare. Imparate a capire quali sono le persone di cui vi potete fidare, che vi possono arricchire, quelle coltivatele per bene come la cosa rara che sono e mandate affanculo tutte le altre senza il minimo rimpianto.

Non date mai spiegazioni, che sono sempre inutili perché alle persone intelligenti non servono mentre gli idioti non le capiscono, ma preoccupatevi di capire qual è la vostra strada e di seguirla.

Imparare a dire «no», e a dire «basta»: che siano il vostro mantra per il 2014.

Oggi è un bel giorno per far morire il vostro vecchio modo di vivere, e per inghiottire finalmente la pillola rossa.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. Massimo says:

    Sei un grande….

  2. Ottimi propositi per iniziare l’anno, ( Il dire no più spesso …e circondarsi delle migliori persone possibili sono un must) Grazie a buon anno !

  3. Un buon promemoria per il 2014 che condivido tranne che per i propositi paleo che al momento mi limito a rispettare, criticare e studiare, ma che troppo spesso mi sembrano intrisi di fanatismo.
    La “pillola rossa” ho gia’ iniziato a prenderla a piccole dosi, ma è giusto ricordare di non smettere.
    Auguri sinceri a uno dei colleghi che più stimo.

    • Grazie Corrado. Purtroppo, in ogni movimento ci sono degli idioti, e quello paleo non fa eccezione. L’importante comunque non è essere paleo, io ho fatto solo un esempio riferendomi alla mia esperienza, come non lo è il movimento 5 stelle, tutte cose che giustamente a tanti possono non finire. L’importante direi sia la consapevolezza alimentare, politica, quotidiana e il rifiuto appunto di tutto quello che non va. Distrutto lo schifo, che non è poco, poi ognuno può metterci dentro quello che più gli aggrada. Grazie ancora per le tue belle parole, ricambio di auguri, sursum corda!

  4. tutto bello. ma io aggiungerei anche un po’ di sana benevolenza verso il genere umano. Anche il pataca e il mediocre hanno da raccontare una storia

    • È vero, l’importante è essere noi ad ascoltare loro e non metterci noi a pretendere di dar loro lezioni, o preoccuparci più di tanto del loro parere. Io non odio queste persone, anzi, mi limito solo ad andare per la mia strada. Buon 2014 Enrico!

Di la tua!

CHIUDI
CLOSE