Posso vendere la casa coniugale se mia moglie non ci sta più?

un anno fa mia moglie a deciso di separarsi siamo andati dal giudice in via consensuale e ci siamo separati abbiamo deciso che restavamo insieme nella casa cognugale a vivere e che avrei dato cento euro per ogni figlio ,ne ho tre .questa estate ha deciso di andare a casa sua in Tunisia con i bambini come al solito io ho accettato ma il giorno stesso che è arrivata nel suo paese a iniziato a convivere con il suo nuovo uomo e insieme ai nostri figli .io quando lo scoperto sono andato a riprendermi i figli che erano restati pure loro all’oscuro di tutto rientrato in Italia io sono rimasto nella casa cognugale con i bambini e lei dopo due settimane e ritornata in Italia e ha trovato un appartamento di fortuna che ora condivide con il suo lui pur essendo ancora residente con noi .io non posso lavorare perché ho da accudire i bambini e non riesco più a pagare il mutuo posso vendere la casa cognugale intestata a me è portare i bambini con me

Per poterlo dire, bisognerebbe esaminare il verbale di separazione consensuale che avete sottoscritto e le condizioni che avete previsto riguardo la casa coniugale.

Da quel che racconti, sembra che un’assegnazione da un coniuge a favore dell’altro si possa escludere, ma per sicurezza è meglio controllare e vedere come le condizioni al riguardo si possano leggere. Anche perché una separazione in cui entrambi i coniugi rimangono nella casa coniugale presenta alcuni aspetti sicuramente anomali rispetto all’ordinario.

In caso non ci sia assegnazione della casa, e la stessa sia di tua proprietà esclusiva, dovresti poterla vendere liberamente, anche se io vedrei meglio un ricorso al giudice, nel caso in cui la «lettura» delle condizioni non fosse così chiara.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!