Una pubblica amministrazione può annullarmi una sanzione anche in appello?

vorrei sapere se è possibile che l’Autorità Competente che ha emesso una sanzione o il Sindaco possano annullare la stessa oppure sospenderne l’ingiunzione di pagamento (che mi è già stata notificata) anche dopo una sentenza di primo grado che non mi ha dato ragione (c’è un appello in pendenza)

Come sempre non ha molto senso parlare di diritto in termini generali, mentre sarebbe stato necessario descrivere il caso in termini concreti indicando il tipo di sanzione, l’autorità e così via, perché la legge, soprattutto quella italiana, vive di particolarismo e del singolo caso.

In generale, esiste un principio valevole salvo eccezioni per tutte le pubbliche amministrazioni che è quello dell’autotutela per cui un’amministrazione può sempre revocare, salvo i diritti dei terzi e il risarcimento dei danni, un proprio atto.

Oltre a ciò, c’è da dire che l’amministrazione può comunque sempre procedere ad una transazione di una lite pendente, come l’appello in questo caso, se considerando le circostanze del caso, può apparire più conveniente per l’interesse pubblico.

Per cui la risposta alla tua domanda dovrebbe essere più positiva che negativa ma come ti dicevo andrebbe poi vista in concreto e nel caso a cui si riferisce.

About Tiziano Solignani

L’uomo che sussurrava ai cavilli… Cassazionista, iscritto all’ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l’altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un’ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!