Cosa posso fare se la mia querela non si sa più dove sta?

5 ANNI FA E’ STATA PRESENTATA UNA QUERELA AI CARABINIERI DI TORRE DEL GRECO, CONTRO L’EX MARITO DI MIA FIGLIA, PER FURTO DI GIOIELLI ED VARIE DELLA MIA FAMIGLIA.
HO SAPUTO CHE DA NAPOLI FU SPEDITA A TORRE ANNUNZIATA PER COMPETENZE, POI GIUGNO 2013 RISPEDITA A NAPOLI PER LO STESSO MOTIVO, OGGI NON CI SONO PIÙ TRACCE.
HO UN DOCUMENTO DEL TRIBUNALE DI T. ANNUNZIATA DOVE SI EVINCE: LA DATA, IL NUMERO DELLA PRATICA ED IL NOME DEL MAGISTRATO CHE SI INTERESSAVA DELLA FACCENDA.
VORREI SE E’ POSSIBILE RINTRACCIARE LA DENUNCIA E SE POSSIBILE FARE SEGUIRE IL SUO CORSO NORMALE. SI SOSPETTA UN DOLO,

La prima cosa è presentare una istanza del 335 per vedere dove si trova adesso questo procedimento.

Dopodiché si può valutare in base agli esiti.

Attenzione però perché un conto è sapere che la pratica esiste e dove sta, tutto un altro conto è chiedere che la pratica prosegua, perché di fatto, nonostante l’obbligatorietà dell’azione penale, molte querele vengono lasciate giacere nei cassetti, in molti casi senza nessun dolo ma semplicemente per impossibilità di occuparsi di tutti i casi pendenti.

Sotto questo secondo profilo, si potrebbero fare delle istanze di «prelievo» o di prosecuzione dell’azione, ma non c’è nessuna garanzia di efficacia di iniziative di questo genere.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!