Che faccio se mi hanno minacciato di denunciarmi per diffamazione per un commento su facebook?

Oggi mi hanno minacciato di denunciarmi per diffamazione per aver COMMENTATO un post in cui l’autore sostiene che il suo pediatra gli avrebbe chiesto x il rilascio del certificato una certa cifra in nero e senza visitare il bambino
Il mio commento e’ questo ” denunciarlo immediatamente , sono stufo di certi medici parassiti che senza visitare e senza fattura rilasciano certificati. Penso di sapere il suo nome”

In generale, naturalmente, sono molto più le querele minacciate di quelle effettivamente presentate, per ovvi motivi.

Al di là di questo, e ancor prima di valutare le espressioni che hai utilizzato, bisognerebbe capire quale fosse la individuabilità del medico in questione, e questo andrebbe valutato con riferimento al contesto in cui si è svolta la discussione.

In altri termini, chi ha letto l’intervento originario e il tuo commento era in grado con una certa ragionevole certezza di capire chi fosse il medico in questione?

Questo è il primo punto da vedere, perché a quanto mi par di capire nomi non se ne sono fatti, quindi occorre capire la riferibilità al tuo commento in quali termini si possa porre.

Quanto alle espressioni utilizzate, si connotano per una critica aspra, che però potrebbe essere ritenuta anche adeguata ad un fatto come quello di cui stavate parlando, anche se avresti fatto meglio a restare sul generico, senza aggiungere che pensavi di sapere chi era l’oggetto della discussione.

Ora quel che devi decidere comunque è se non fare nulla e aspettare l’eventuale presentazione della denuncia oppure se muoverti per tentare di prevenire la stessa tramite un approccio negoziale, mediante un avvocato. Personalmente, credo che aspetterei, a volte a fasciarsi la testa prima di rompersela si possono generare problemi che se lasciati stare avrebbero potuto spegnersi da soli.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio» e «9 storie mai raccontate».

Comments

  1. Buongiorno Tiziano.
    Una persona che è tra i miei amici su Facebook ha scritto un post in cui fa il nome e cognome di una ragazza definendola “una poco di buono” ma utilizzando termini pesanti che tutti conosciamo…e altre offese gravi, aggiungendo che avrebbe tradito il suo fidanzato con un tizio di cui scrive addirittura il nome.
    Tutto ciò per rovinarle appositamente la reputazione con amici e conoscenti.
    Questo post ha ricevuto piu di 40 commenti di utenti che la insultano e deridono senza nemmeno conoscerla, ora questa ha detto di aver fatto denuncia alla Polizia Postale con gli screenshot per ingiurie e diffamazione verso questa tizia ma anche nei confronti di tutti quelli che hanno commentato e insultato.
    Tutto ciò è realmente un reato?
    A cosa si va in contro?

    • Sì, certo, potrebbe benissimo essere ritenuto reato. Le posizioni di chi ha partecipato rispetto a quella di colui che ha promosso il fatto possono essere diverse, fare delle previsioni è un po’ difficile perché ci sono un po’ troppe variabili…

Di la tua!