Cosa faccio se non posso pagare le spese legali cui sono stato condannato?

avevo fatto una causa al mio ex titolare per mancato di pagamenti delle buste paga . e come sono stato al estero e avevo i sindacati che erano disponibile ad mettermi gli avocati .mi sono fidato di loro per le sentenze .. quindi ..il verdetto è che mi hanno dato torto e mi hanno condannato a pagare 2500 euro le spese legali al avocato del mio contro parte .. adesso io non ho in conto niente e non ho nulla che si possa vendere per pagare questi soldi ed anche sono disocuupato e ho una moglie a carico . cosa devo fare per non venga aumentata questa cifra . visto che non riesco a pagarli

La prima cosa da fare sarebbe esaminare la sentenza, capire perché è stata rigettata la tua richiesta ma soprattutto come mai sei stato condannato a rimborsare le spese, cosa che nel caso dei lavoratori è piuttosto rara.

A parte questo, comunque, l’unico approccio possibile al problema è quello di tipo negoziale, cioè raggiungere un accordo con la controparte, perché la sentenza di primo grado è provvisoriamente esecutiva, quindi anche se tu presentassi appello intanto dovresti pagare, salva solo la sospensione in appello, che è però abbastanza raro riuscire ad ottenere.

Un accordo potrebbe essere, se ci fosse la disponibilità da parte tua, di pagare una somma ridotta a saldo e stralcio oppure dividere in diverse rate dilazionando il pagamento.

È comunque una cosa per cui ti serve un avvocato di fiducia, con buone capacità negoziali.

About Tiziano Solignani

L’uomo che sussurrava ai cavilli… Cassazionista, iscritto all’ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l’altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un’ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!