Posso querelare due persone che mi hanno offeso su facebook?

posso querelare queste due persone?
Sono stato tirato in ballo nel mezzo di un discorso pubblico pubblicato su Facebook è visto da 48 persone che hanno cliccate “mi piace” su di esso.
Ad un certo punto del discorso questo signore mi cita senza fare il mio nome: “”Ad un tale personaggio che ci ha voltato le spalle, denigrato e tacciatomi di sgradevoli complimenti una volta andato via anche in modo poco professionale dico solo che l’invidia è la malafede ti hanno consigliato male”.
A se seguire poi, tra gli altri, un commento di un individuo:” ( cita il mio cognome e poi inizia così : “data la sua non più giovane età non ci si aspetterebbe un comportamento così fanciullesco. Trapani è piena di quarantenni in cerca di riscatto per una gioventù passata nei peggiori bar di Caracas. Vada in qualche bar a vedere le partite e parli di calcio. Le sue congetture non porteranno non porteranno a nulla.”

È un po’ un caso di confine, come molte situazioni del genere, anche perché non sono state usate vere e proprie offese, anche se traspare un po’ l’intenzione di manifestare il disprezzo.

Alcuni aspetti da valutare sono la identificazione e individuazione dei responsabili, quindi le loro generalità e il loro indirizzo, ma anche la loro solvenza nell’ottica di un eventuale futuro recupero di un risarcimento danni.

Ti consiglierei di leggere la nostra scheda sia sulla presentazione di una denuncia querela sia sul recupero crediti, che riguarda la parte relativa al risarcimento del danno.

Una soluzione intermedia potrebbe essere quella di far inviare una diffida da un legale, però occorre sempre la identificazione precisa dei responsabile.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. Buongiorno Tiziano.
    Ciao, su Facebook una persona che conosco mi ha bloccata per poi scrivere un post pubblico sulla sua bacheca rivolto a me indicando il mio Nome e Cognome, aggiungendo che sono una T…A, P…..A, che devo morire e altri pesantissimi insulti, invitando i suoi amici ad offendermi (difatti il
    Post ha ricevuto 80 commenti di insulti e minacce di morte da gente che non conosco e che ha commentato solo per loro “divertimento”)
    Non ho potuto rispondere appunto perchè mi ha bloccata ma ho testimoni e screenshot.
    Posso denunciarla?
    Ha continuato poi con altri 3 post a minacciarmi e insultarmi scrivendo che sono morta e finirò male, con commenti di altri utenti.
    Mi ha ferita profondamente e ha scritto cose cattive che ora mi hanno rovinato la reputazione dato che molta gente ora sparla di me, purtroppo sono cose inventate per farmi un dispetto. (Ho testimoni che affermano ciò).
    Ho provato a chiamarla per chiarire ma ovviamente è codarda e non risponde.
    Vorrei seriamente punirla legalmente e vorrei sapere se avete esperienze o consigli.
    Ps: siamo tutti maggiorenni.
    Grazie.

    • Mi sembra un caso piuttosto grave, probabilmente il reato c’è anche se dovrei ovviamente vedere le schermate per poterlo dire con più attendibilità. Naturalmente devi valutare i pro e i contro di un’iniziativa giudiziaria, come sempre: costi, non solo di denaro, ma anche di tempo, e così via. Se vuoi un preventivo, puoi compilare l’apposito modulo.

      • Buongiorno Tiziano
        Riguardo a Facebook: se una persona sulla sua bacheca scrive il mio nome aggiungendo che sono uno st… perchè ho tradito la mia fidanzata con Tizia,
        e molti utenti, almeno 30, mi ridicolizzano e insultano tramite commenti mentre io non posso rispondere perchè non sono tra gli amici, potrei querelarlo per diffamazione?

        • Direi proprio di si, naturalmente come tutte le iniziative bisogna valutare i pro e i contro e approfondire molto di più. Ti consiglierei di acquistare una consulenza da un avvocato. Leggi anche la scheda sulla denuncia querela.

Di la tua!