La mia inquilina era tenuta a dirmi prima del contratto che era invalida?

sono venuto a conoscenza solo adesso, durante una discussione, che la mia inquilina ha una invalidità che non ho capito bene quale sia. Posso immaginare visto che fa riferimento alle scale, ma nel contratto accetta lo stato attuale senza riserve. Durante la trattativa per l’affitto, non avevo nessun diritto (o obbligo da parte sua) di esserne informato?

Non ha molto senso parlare di cose giuridiche in modo così generico.

Innanzitutto bisognerebbe capire di che invalidità si tratta, sotto il profilo tipologico e della sua gravità.

In secondo luogo, quali rivendicazioni sono collegate dalla tua inquilina a questa invalidità.

In ogni caso, sotto il profilo dell’obbligo di informativa in sede di trattative, in generale si può dire che la omissione di quest’informazione potrebbe al massimo rilevare come violazione del dovere di buona fede durante le trattative precontrattuali o nella conclusione del contratto.

Ma è un aspetto tutto da valutare, può darsi che questa condotta sia ritenuta lecita in base a eventuali diritti alla riservatezza dell’altra persona o, ancora più segnatamente, di diritti di tutela delle persone portatori di handicap.

Per dire di più bisognerebbe conoscere meglio le circostanze del caso.

About Tiziano Solignani

L’uomo che sussurrava ai cavilli… Cassazionista, iscritto all’ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l’altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un’ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!