Cosa posso fare se mi vendono un anello con diamanti che si staccano in continuazione?

mio marito per il nostro anniversario mi ha comprato presso una gioielleria un anello con brillanti e ametista del valore di 1200 euro. Alla terza volta che lo indossavo ha iniziato a perdere i brillanti e così è iniziato un incubo. L’ho riportato alla gioiellieria e me li hanno sostituiti ma, ripreso dopo all’incirca un mese di aggiustamento, sono uscito ancora. Questa trafila è andata avanti per ben 7 volte (con ricevute e scontrini della gioielliera a prova di ciò). All’ottava volta molto arrabbiata in quanto mi sono sentita presa in giro e diciamo fregata, mi è stato detto che escono perchè sono dei diamanti inseriti “a giorno”. Oltre il danno la beffa. Quindi ho richiesto la sostituzione del bene oppure il reso della somma e loro mi hanno detto che avrebbero potuto cambiarmelo con un altro anello ma che a quella cifra era impossibile, dovevo per forza aggiungere dei soldi, cosa che non volevo assolutamente. Quindi alla mia richiesta di resa del denaro mi hanno di no.

A mio giudizio, in fatto ci sarebbero i presupposti per chiedere la risoluzione del contratto.

Ma va precisato che:

  • l’unico legittimato all’azione e che ha un rapporto giuridico col venditore è tuo marito, non sei tu, che sei solo avente causa di tuo marito;

  • per le denunce dei vizi ci sono dei termini precisi previsti dalla legge e sarebbe stato meglio fare subito una pec alla sede legale della gioielleria indicando i problemi e i vizi dell’anello.

Ti consiglierei di rivolgerti subito ad un legale affinché invii una diffida, che possa servire anche di denuncia dei vizi, richiedendo la risoluzione del contratto per inadempimento.

Ovviamente, pur sembrandomi le tue pretese fondate, non c’è nessuna sicurezza che tu riesca ad esercitare davvero i tuoi diritti, è sempre solo un tentativo, specialmente se non avete una assicurazione di tutela legale, quindi una soluzione negoziale la devi sempre tener presente.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!