Non voglio che mio fratello venga a trovare mia madre che vive con me.

Per motivi di eta’ e salute mia madre verra’ a vivere nella mia abitazione prendendo la residenza e il domicilio definitivo. Ho un fratello maggiorenne che per vedere nostra madre vorra’ accedere alla mia abitazione. Voglio impedirgli di varcare la soglia di casa mia e per venire incontro alle esigenze di mia madre e alle sue, proporgli di incontrare nostra madre nell’abitazione di famiglia che si trova in una citta’ diversa.
Dato che lui fara’ qualsiasi cosa per accedere alla mia abitazione anche se espressamente glielo vieto voglio sapere quali mezzi posso attuare per tutelarmi.
Ho delle motivazioni gravi e reali che ho sempre tenuto nascosto, e vorrei evitare di aprire gli scheletri dell’armadio, ma a questo punto sono disposta a tutto pur di raggiungere il mio obbiettivo.
Non posso vivere ogni giorno con la paura di trovarmelo in casa.

Quando ci si rivolge ad un avvocato, sia pure in una sede non professionale come questo blog, bisognerebbe però dire con precisione qual’è il problema concreto, senza limitarsi ad usare espressioni generiche come «motivazioni gravi e reali» di cui io non dubito ma di cui ulteriormente non ho modo di capire come si configurino, appunto, in concreto.

Per questo motivo è difficile dare una risposta calibrata sul caso concreto e si possono fare solo alcune osservazioni di ordine generale.

Innanzitutto, dovresti fargli scrivere una diffida da un legale in cui gli illustri che non desideri che venga presso casa tua e ti metti a disposizione per favorire visite in un altro luogo.

Poi, a seconda del riscontro che ne ricavi o meno, si possono valutare altre soluzioni, tra cui anche, nei casi più estremi, il ricorso per l’adozione di misure di protezione, di cui parlo più diffusamente nel mio libro Guida alla separazione e al divorzio.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!